Vai al contenuto

Benvenuti sul nostro Forum!

Accedi o Registrati per avere pieno accesso alla nostra community bianconera.

Foto
- - - - -

Mattiello E Quei 20 Minuti … Di A. Staffieri

mattiello juventus

  • Per cortesia connettiti per rispondere
64 risposte a questa discussione

#31 Milena

Milena

    Prima Squadra

  • Special Fantacalcio
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 64587 messaggi
  • Sesso:Femmina
  • Luogo:Potenza

Inviato 10 marzo 2015 - 07:06

2i7u2ol.jpg

 

pravda:



#32 ClaD

ClaD

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4668 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 11 marzo 2015 - 09:29

Forza Fede .... ti conosco da quando avevi in mano la racchetta e già eri bello solido e fortissimo, tornerai più forte che mai!!!

 

http://www.spazioten...-un-infortunio/

 

FORZA FEDERICO, UN CAMPIONE È PIÙ FORTE DI UN INFORTUNIO

 

di Matteo Mosciatti

 

Calcio o tennis? Tennis o calcio? Deve essersela ripetuta spesso, Federico Mattiello, questa domanda. Ne parlava anche con me della durissima scelta che, prima o poi, avrebbe dovuto fare, smettendo di praticare uno dei due sport che amava per dedicarsi a tempo pieno all’altro.

 

Conobbi Federico al torneo internazionale di Maglie 2007, quando, oltre all’età, ci accomunava la grande passione per il pallone. La sorte, rappresentata dal grande giudice arbitro Guastavino, ci fece affrontare al primo turno del tabellone principale in una partita che difficilmente potrò mai dimenticare. Quel giorno ebbi la sensazione di sfidare un formidabile atleta dalle straordinarie doti fisiche, ma la cosa che più mi colpì fu la sua voglia di mettere in campo qualunque risorsa pur di non perdere. Mattiello era (ed è) un giocatore che, una volta puntato l’obiettivo, deve raggiungerlo a tutti i costi. Credo che la sciagurata entrata che gli ha procurato il terribile infortunio durante Chievo – Roma sia giustificabile così, e, purtroppo, se in queste circostanze ti imbatti in un altro osso duro come Nainggolan rischi di avere la peggio. Federico odia perdere, che sia un incontro o un pallone vagante, e stavolta è andata male.

 

Nella sua stagione migliore (si parla ancora di tennis), ottenne grandi risultati, dimostrandosi all’altezza dei più forti d’Italia fino a conquistare la maglia azzurra. La seconda volta che lo sfidai rimontò da 6/3 4/3 in mio favore dando prova di infinito orgoglio e carattere, lo stesso messo in campo pochi mesi fa nella sua seconda apparizione con la maglia della Juve, all’Olimpico contro la Lazio, quando andò vicino al primo gol in Serie A.

 

Nel 2008 venimmo convocati ad un raduno al Centro Tecnico di Tirrenia. Al termine di un allenamento, io, lui ed altri due nostri coetanei ci sedemmo a parlare dei match da noi disputati negli ultimi mesi, facendo analisi piuttosto discutibili. Lui no. Federico esitava a dare giudizi, era in grado di spiegare in modo “maturo” le dinamiche delle sue partite ed esprimeva opinioni correttamente motivate.  Stava “avanti”.

 

A calcio giocava esterno offensivo, proprio come me, e il pallone era un fattore tanto presente nelle sue giornate quanto la racchetta. L’ultimo giorno del raduno organizzammo una partita di calcetto sul campo dove si allena il Livorno Calcio: mai visto un tredicenne con la sua progressione palla al piede in vita mia. Ogni volta che prendeva palla, Mattiello si allargava ed arrivava sempre, e dico sempre, alla fine del campo per metterla in mezzo. Destro o sinistro cambiava poco, in area arrivavano cross tesi a ripetizione che dovevi solo appoggiare in porta. Con quelle gambe sarebbe potuto diventare tranquillamente un campione di atletica leggera.

Trascorsa qualche settimana, mi dissero che si era fatto male e che i tempi di recupero sarebbero stati lunghi. Non lo incontrai più, perché, una volta guarito, tornò solamente sui campi da calcio: aveva fatto la sua scelta, voleva diventare un grande calciatore. Nel 2009 la Juventus lo acquistò dalla Lucchese e da allora niente lo ha più fermato, venendo anche convocato per 16 volte nelle nazionali di categoria. Ho avuto modo di complimentarmi con lui dopo l’esordio in Serie A e l’umiltà delle sue parole mi rassicura sul fatto che diventerà un grandissimo.

 

Un infortunio non basta per sconfiggere un ragazzo tanto deciso, quindi Forza Fede, non mollare, e, come disse Muhammad Ali, “Dentro un ring o fuori, non c’è niente di male a cadere. È sbagliato rimanere a terra”.



#33 Milena

Milena

    Prima Squadra

  • Special Fantacalcio
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 64587 messaggi
  • Sesso:Femmina
  • Luogo:Potenza

Inviato 14 marzo 2015 - 10:45

2s1rwwm.jpg

 

 

Corriere dello sport



#34 paola

paola

    Kapa

  • Amministratore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 152911 messaggi
  • Sesso:Femmina

Inviato 24 aprile 2015 - 13:07

11174912_968928619786024_529825802665716



#35 Milena

Milena

    Prima Squadra

  • Special Fantacalcio
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 64587 messaggi
  • Sesso:Femmina
  • Luogo:Potenza

Inviato 20 maggio 2015 - 06:11

eF7khcj.jpg

 

pravda:



#36 NeoGTO

NeoGTO

    Tifoso squadrista rancoroso di Serie C

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 27040 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:ROMA
  • Interessi:Juve, Manga, Sport in generale, Cinema, Musica ma anche tanta altra roba

Inviato 20 maggio 2015 - 11:02

Uno con la sua testa non può non farcela...tra massimo 2 anni voglio credere che sarà pronto per entrare a far parte della rosa della Juventus!



#37 Franz_76

Franz_76

    Prima Squadra

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 37737 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 17 agosto 2015 - 14:06

Mattiello brucia i tempi di recupero: si allena con i compagni!
17.08.2015 15:00 di Giovanni Spinazzola

Federico Mattiello è tornato. Infortunatosi lo scorso inverno - l'otto marzo per la precisione - in un contrasto con Nainggolan (frattura esposta di tibia e perone e 7-8 mesi di stop senza garanzie di poter tornare al top), Mattiello ha bruciato le tappe. Il ragazzo, in prestito al Chievo dalla Juventus, da qualche settimana si sta allenando con i compagni, partecipando perfino alle partitelle, dimostrando come il pieno recupero è vicino dall'essere raggiunto. Addirittura potrebbe essere disponibile per settembre, con il 13 obiettivo dichiarato, quando i clivensi sbarcheranno allo Stadium per giocare contro la Juve. Nel frattempo in gialloblù ha cambiato numero; non più 7, ceduto a Simone Pepe, bensì l'11.
Tuttojuve

#38 BiancoeNero

BiancoeNero

    Rancoroso

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 41862 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Interessi:Juventus

Inviato 17 agosto 2015 - 15:43

Un grosso in bocca al lupo

#39 nazgul79

nazgul79

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9553 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 17 agosto 2015 - 15:45

Mattiello brucia i tempi di recupero: si allena con i compagni!
17.08.2015 15:00 di Giovanni Spinazzola

Federico Mattiello è tornato. Infortunatosi lo scorso inverno - l'otto marzo per la precisione - in un contrasto con Nainggolan (frattura esposta di tibia e perone e 7-8 mesi di stop senza garanzie di poter tornare al top), Mattiello ha bruciato le tappe. Il ragazzo, in prestito al Chievo dalla Juventus, da qualche settimana si sta allenando con i compagni, partecipando perfino alle partitelle, dimostrando come il pieno recupero è vicino dall'essere raggiunto. Addirittura potrebbe essere disponibile per settembre, con il 13 obiettivo dichiarato, quando i clivensi sbarcheranno allo Stadium per giocare contro la Juve. Nel frattempo in gialloblù ha cambiato numero; non più 7, ceduto a Simone Pepe, bensì l'11.
Tuttojuve

Ah, ma l'abbiamo lasciato in prestito al Chievo?



#40 gala

gala

    IL FU GALA.. ...DALLA SIGNORA ALLA PROVINCIA

  • Coordinatore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 44099 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Interessi:CORRO , ERGO SUM

Inviato 17 agosto 2015 - 15:55

Ah, ma l'abbiamo lasciato in prestito al Chievo?

A quanto mi risulta è' stata una scelta condivisa e richiesta con insistenza dall allenatore
Il che è' un bene : se recupera , gioca
Se gioca , cresce
A me piace molto

#41 riccardomazzon

riccardomazzon

    Juve

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8148 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 17 agosto 2015 - 16:22

Forza Matti!!!



#42 nazgul79

nazgul79

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9553 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 17 agosto 2015 - 16:42

A quanto mi risulta è' stata una scelta condivisa e richiesta con insistenza dall allenatore
Il che è' un bene : se recupera , gioca
Se gioca , cresce
A me piace molto

Anche a me piace molto. Non mi aspettavo recuperasse cosi' in fretta.

Ma visto che ha recuperato, perche' non approfittare e metterlo a lezione da Evra quest'ultimo anno che e' da noi?



#43 ONORE ALLA TRIADE

ONORE ALLA TRIADE

    GIΩ LE MANI DALLA JUVE!

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 69018 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:Giulemani City
  • Interessi:JUVENTUS
    GIUleMANIdallaJUVE

Inviato 17 agosto 2015 - 16:50

rulez:

#44 zebratre

zebratre

    θ tutta una catena di affetti...

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5455 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Interessi:Gatti & tope

Inviato 17 agosto 2015 - 17:37

Questo ragazzo è un predestinato. Speriamo che recuperi al 100% dall'infortunio perché l'anno prossimo potrebbe risolverci parecchi problemi sulla fascia



#45 paola

paola

    Kapa

  • Amministratore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 152911 messaggi
  • Sesso:Femmina

Inviato 12 ottobre 2015 - 09:47

Chievo, è tornato Mattiello, 90' con l'U20: "Stavo male anche a camminare"Sette mesi dopo l'infortunio con la Roma il terzino è stato il migliore in campo contro la Polonia: "Grande soddisfazione, il recupero è stato lungo e duro. Con Nainggolan tutto chiarito, da Morata a Chiellini mi sono stati vicini in tanti"

 

L’8 marzo Federico Mattiello, centrocampista esterno che si stava reinventando terzino destro, uscì in barella con perone e tibia rotti, dopo uno scontro con Radja Nainggolan, in Chievo-Roma: prima diagnosi, 7 mesi di stop. Mercoledì, con un giorno di anticipo sui 7 mesi previsti, Mattiello è tornato a giocare una gara ufficiale, con l’Italia Under 20: 2-2 con la Polonia a Caorle, e il ragazzo che con le due presenze rimediate fino a gennaio con la Juventus è a tutti gli effetti Campione d’Italia in carica è stato il migliore in campo. Percussioni continue, cross, dribbling tentati e riusciti, e palle recuperate per avviare l’azione in ripartenza. Il tutto giocando 90’, non lo spezzone di gara che di solito tocca ai reduci da gravi infortuni. “Ma forse non li avevo tutti nelle gambe – spiega – infatti nel secondo tempo ho sofferto. Momenti duri ce ne sono stati: sentivo dolore anche solo a camminare nei primi tempi, figuriamoci a correre. E qualche doloretto è rimasto: è stato bello sentire di nuovo il campo, avevo tanta voglia di correre e dimostrare di stare bene, ma adesso devo pensare solo ad allenarmi per riprendere la forma migliore”.
COME RAFINHA — Mentre lui lavorava per riprendere il ritmo partita, il protagonista dello scontro che rischiava di condizionargli la carriera, Radja Nainggolan, è entrato duro sul brasiliano del Barcellona Rafinha: stagione finita. E il belga, in Spagna, è finito sul banco degli imputati. “A Rafinha non posso che fare gli auguri – commenta Mattiello – so bene cosa si prova a stare fuori a lungo. Non so se quell’intervento fosse simile a quello che ho subito io, anche perché il mio infortunio non l’ho mai voluto rivedere. Ma so che su di me Nainggolan non aveva commesso fallo, era un’entrata completamente involontaria. E poi ci siamo sentiti, mi ha fatto gli auguri via Twitter, come è giusto così: l’episodio è chiuso, senza rancore”.

 

pravda:







Anche taggato con mattiello, juventus

0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi