Vai al contenuto

Benvenuti sul nostro Forum!

Accedi o Registrati per avere pieno accesso alla nostra community bianconera.

Foto

Kingsley Coman (#11)

Coman juventus

  • Per cortesia connettiti per rispondere
195 risposte a questa discussione

#31 Carbonara

Carbonara

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8653 messaggi
  • Sesso:Non so/indeciso
  • Luogo:carbonara valley

Inviato 02 settembre 2014 - 18:54

Certo che se è oro tutto quello che luccica, il duo Marotta-Paratici ha fatto un un'altro bel bingo.

 

 

non sanno vendere niente...

sono completamente incapaci di acquistare topplayer oltre i 15 milioni...

però con i parametri 0 o sono molto bravi o hanno un gran culo  :smugclap:



#32 andrea

andrea

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5391 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:CAGLIARI
  • Interessi:sport musica cinema Juventus e....medicina...fisiatria ortopedica

Inviato 03 settembre 2014 - 00:08

ok: ok: ok:FJ



#33 paola

paola

    Kapa

  • Amministratore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 152911 messaggi
  • Sesso:Femmina

Inviato 03 settembre 2014 - 06:35

«Coman, un colpo che fa invidia»

Agenti in coro: «Lo voleva mezza Premier League». Il punto di vista di Bronzetti, Vigorelli e Bozzo: esperti di trattative con campionati esteri, che hanno fatto affari con Real Madrid e Chelsea

TORINO, 3 settembre 2014 - Claudio Vigorelli Agente e intermediario, tra i suoi assistiti Eto’o, Destro, Astori, Storari... «La Juventus merita un bel 7 per il mercato. No, non mi aspettavo un acquisto last minute perché Coman, seppur 18enne, è davvero un gran bel giocatore. Vi posso assicurare che in Inghilterra si parla molto del francese: è uno dei pochi colpi che la Premier invidia al calcio italiano. E non dimentichiamo che la Juventus ha compiuto un’altra impresa: trattenere Vidal e Pogba, ambitissimi da tutti i top club europei, equivale ad aver messo a segno un capolavoro. E’ un segno di continuità e di forza. Il podio dei trasferimenti italiani? Primo posto per Iturbe (Roma), poi a ruota Dodò (Inter) e Morata (Juve). A livello europeo il meglio del meglio è stato il passaggio di Di Maria dal Real Madrid al Manchester United».

Ernesto Bronzetti
Intermediario e consigliere privilegiato di Florentino Perez, potente presidente del Real Madrid: «La Juve si è mossa benissimo, ha condotto un mercato da 8. Hanno acquistato un grande attaccante come Morata, che sicuramente segnerà una quindicina di reti, e un laterale sinistro di esperienza come Evra. A Verona, poi, mi ha colpito Coman: se il buon giorno si vede dal mattino, siamo di fronte a un altro Pogba. Marotta e Paratici meritano i complimenti soprattutto per essere riusciti a non vendere Vidal e Pogba. L’altra sera ho telefonato a Beppe e gli ho detto: “Sei stato di parola: avevi detto che non li avresti venduti a nessuno, e alla fine non hai ceduto alle lusinghe milionarie delle società straniere. La sorpresa del campionato? Punto su Fernando Torres: se torna quello che conoscevamo qualche anno fa... Possibili occasioni per gennaio? Io guarderei al Psg, che è costretto a comprare a tanto e a vendere a poco. Lavezzi potrebbe lasciare il Paris Saint Germain e anche Verratti non mi risulta sia così felice in Francia».

Pantaleo Corvino
Ex direttore sportivo di Lecce e Fiorentina, è stato a lungo uno dei principali protagonisti del mercato. Tra i suoi gioielli Vucinic, Jovetic, Cerci... «Il mercato della Juve? Con gli acquisti di Morata e Coman i bianconeri hanno dimostrato di avere ottime idee e di guardare non soltanto al presente ma anche al futuro. Il Manchester United, come ha dimostrato quest’estate, se mette nel mirino un giocatore, alla fine lo prende: e se è vero che Van Gaal voleva Vidal, la Juve respingendo le offerte ha confermato grande forza. La Roma si è mossa bene, però ha ceduto un difensore come Benatia e sostituirlo non sarà semplice. Un rimpianto? Mi sarebbe piaciuto vedere Chicharito Hernandez in Italia e pensavo fosse l’anno giusto. Peccato per l’inserimento finale del Real Madrid».

Beppe Bozzo
Avvocato che gestisce calciatori (Cassano e Quagliarella tra gli altri) e opera intermediazioni (ha lavorato all’affare Morata): «La sessione di mercato che si è appena conclusa è stata difficile, ma mi sembra che ogni società abbia raggiunto i propri obiettivi. La Juventus è riuscita a non vendere i big, e questo decisamente non è un dettaglio da poco. Poi sono stati acquistati Morata e Coman: uno sta dimostrando tutto il suo valore, l’altro lo farà presto. Insomma, la rosa bianconera è stata rinforzata. Bene la Roma con Iturbe e altri innesti: Manolas sembra giovane, ma ha grande esperienza internazionale e personalità. L’Inter ha perseguito il suo obiettivo di ridurre il monte ingaggi senza indebolire l’organico: e peraltro la mancata cessione di Guarin rappresenta un plus, non certo un minus. Infine la Lazio, che potrebbe essere la sorpresa del campionato unitamente al Sassuolo. I neroverdi hanno tutti gli ingredienti per diventare un club di riferimento: buoni giocatori, società solida, stadio di proprietà». Un nome: l’operazione simbolo di questo mercato? «Dico Torres. Se lo aspettavano in pochi. Secondo me è un’operazione simbolo perché dimostra come, in un mercato senza soldi, sia fondamentale avere idee e fare finanza creativa. Bravo il Milan a portarlo in Italia».

 

Tuttosport



#34 paola

paola

    Kapa

  • Amministratore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 152911 messaggi
  • Sesso:Femmina

Inviato 12 settembre 2014 - 06:48

Coman: 5 anni bianconeri

Giovinco piace in Premier

TORINO, 12 settembre 2014 - Per chi ha dichiarato di «giocare facile in una squadra come la Juve» nonostante vanti una singola presenza ufficiale con i campioni d’Italia, il futuro non può che essere luminoso. Kingsley Coman continua a raccogliere giudizi lusinghieri sul suo conto. E la dirigenza gongola, in prospettiva: il talentino ha firmato un quinquennale, con ingaggio da 700 mila euro netti. Gran colpo, quello della coppia Marotta-Paratici, abile nello strappare il franco-guineano al Paris Saint-Germain pagando un indennizzo di soli 300 mila euro. Cosa accadrà nei prossimi anni non è noto neppure agli aruspici, ad ogni modo la Juve - se arrivasse l’offertona - siglerebbe una mega plusvalenza. Intanto la proposta dell’Arsenal, pronto a offrire 5 milioni, è stata già rifiutata. Capitolo Giovinco: la punta cresciuta in casa è in scadenza e ragionevolmente il club bianconero gli prolungherà il contratto per poterlo trattare meglio in caso di cessione. Ipotesi, per ora, peregrina, mentre un paio di top club in Premier restano alla finestra.

 

Tuttosport



#35 Durbans

Durbans

    Palestina

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1119 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:Provincia Bologna

Inviato 12 settembre 2014 - 11:56

Ma non stiamo un pò esagerando con questo ragazzo??

 

Lasciamolo crescere in santa pace, ha giocato una sola partita e mi sembra che ci siano troppi commenti positivi.....meno male che non ha fatto gol se no si parlava già di pallone d'oro!!!



#36 paola

paola

    Kapa

  • Amministratore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 152911 messaggi
  • Sesso:Femmina

Inviato 19 settembre 2014 - 07:50

Didì su Coman

 

Coman, giocare è importante E Coman? «È
giovane...», taglia corto Deschamps. Che
comprende la sua scelta di preferire la Juventus
al Psg («Guadagnerà di più, e a quell’età
si guarda anche a quello»), ma come per Menez
aspetta a dire con certezza che quella del
giovane talento è stata la scelta migliore: «A
18 anni per crescere è importante giocare,
avere un buon minutaggio: non so se in Italia,
soprattutto alla Juve, per lui sarà così facile.
Puoi accontentarti di avere qualche occasione
qua e là per una stagione, non di più:
se non ne avrà abbastanza, per Coman sarà
meglio andare a trovare spazio altrove e poi
tornare».

 

pravda:



#37 paola

paola

    Kapa

  • Amministratore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 152911 messaggi
  • Sesso:Femmina

Inviato 10 ottobre 2014 - 06:19

Juve «matrigna»
Coman lo sbarbato
s’è rimesso in coda
Dopo l’exploit alla prima giornata solo 13’ per il francese
«Colpa» di Tevez-Llorente e del modulo che non cambia

 

Kingsley Coman è stata
una piacevole sorpresa nella
prima di campionato: titolare
contro il Chievo, 67 minuti,
giocate di qualità e 7 in pagella.
È andato in campo con i brividi
addosso, non per l’emozione
dell’esordio ma per la
febbre sopra i 38°. Poi è sparito.
Nelle successive 7 partite
(tra campionato e Champions
League) ha messo insieme 13
minuti (Udinese e Atalanta).
Poco per un attaccante che
aveva impressionato per personalità,
spregiudicatezza e
qualità tecniche. Che fine ha
fatto Coman? In realtà è sempre
lì, quinta scelta in attacco
come ha sempre saputo di essere,
solo che non si sono verificate
le condizioni perché Allegri
potesse puntare di nuovo
su di lui. Colpa del mancato
cambio di modulo, che penalizza
il 18enne francese, dell’abbondanza
di uomini e anche
della scelta di Allegri di
utilizzare sempre la stessa
coppia d’attacco, Tevez-Llorente.
Troppa concorrenza L’unica
volta che Tevez è rimasto in panchina
(con il Cesena) il tecnico ha
scelto Giovinco, che come Coman
è stato titolare una sola volta. Il
rientro di Morata (che non ha ancora
mai giocato dall’inizio) ha
aumentato la concorrenza. Allegri
ha dimostrato fiducia a Kingsley
gettandolo subito nella mischia
quando ha avuto Llorente e
Giovinco ko, ma ha anche ribadito
più volte che il ragazzo deve
crescere con calma. Così, come
era accaduto al Psg, anche alla
Juve Coman si ritrova costretto
ad aspettare. Nel club parigino
aveva debuttato in campionato a
16 anni, 8 mesi e 4 giorni, diventando
il più giovane esordiente
nella Ligue della storia del club,
poi però ha giocato solo 38’ nella
stagione successiva (2013-14).
Ha lasciato il club di cui è sempre
stato tifoso per avere più spazio e
alla Juve si è dato un obiettivo:
giocare una ventina di partite.
Sognando la Champions Anche
se al debutto ha fatto la prima
punta, in realtà Coman è un
attaccante esterno. Sarebbe perfetto
per il 4-3-3 immaginato da
Allegri, ma finché si continuerà
a giocare con il 3-5-2 sarà difficile
per lui trovare spazio. Oppure
potrebbe fare il trequartista, ma
anche quello comporterebbe il
passaggio alla difesa a quattro.
Un salto per il quale, secondo
l’allenatore, ci vorrà ancora
tempo. Così Coman, arrivato a
Torino con la famiglia, aspetta,
sperando che il mese di fuoco
che sta per iniziare (7 partite in
23 giorni) gli dia una mano. Gli
piacerebbe esordire in Champions
League, cosa che non gli è
riuscita a Parigi. Poi a fine anno
si tireranno le somme: se non
troverà spazio la Juve potrebbe
anche decidere di mandarlo in
prestito a gennaio. Diverse
squadre di Serie A gli hanno
messo gli occhi addosso. Perché,
come ha detto di recente il c.t.
della Francia Didier Deschamps
in un’intervista alla Gazzetta, «a
18 anni per crescere è importante
giocare: non so se in Italia, soprattutto
alla Juventus, per lui
sarà così facile»

 

pravda:



#38 Franz_76

Franz_76

    Prima Squadra

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 37737 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 10 ottobre 2014 - 07:49

NUOVO CASO KOMAN.....A diciotto anni non è ancora titolare inamovibile, la Juve incredibilmente gli preferisce Tevez.



#39 marcolanc

marcolanc

    Squadrista, Rancoroso, Ultrà, Tifoso di Serie C

  • Coordinatore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 41762 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:Bourgogne

Inviato 10 ottobre 2014 - 09:31

Comunque mi dispiace vederlo marcire in panchina... Se non cambiano le cose, tanto vale darlo in prestito (grazie al cielo, non esistono più le comproprietà!).

#40 paola

paola

    Kapa

  • Amministratore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 152911 messaggi
  • Sesso:Femmina

Inviato 10 ottobre 2014 - 09:47

non posso pubblicare Tuttosport... è avvilente

 

per quello che può valere, dicono che sarà dato in prestito a gennaio



#41 Edgar 74

Edgar 74

    capitano

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 72112 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:Nampara, Cornovaglia

Inviato 10 ottobre 2014 - 09:48

Comunque mi dispiace vederlo marcire in panchina... Se non cambiano le cose, tanto vale darlo in prestito (grazie al cielo, non esistono più le comproprietà!).

 

Deve fare il suo percorso, come fece Pogba diretto da Conte. D'altronde basterebbero un paio di partite consecutive giocate male per metterlo in difficoltà.



#42 marcolanc

marcolanc

    Squadrista, Rancoroso, Ultrà, Tifoso di Serie C

  • Coordinatore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 41762 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:Bourgogne

Inviato 10 ottobre 2014 - 10:31

 
Deve fare il suo percorso, come fece Pogba diretto da Conte. D'altronde basterebbero un paio di partite consecutive giocate male per metterlo in difficoltà.

Non dico che sia sbagliato che non giochi: dico che mi dispiace... E non vorrei che questa situazione lo avvilisse un po'. Certo, se vai alla Juve non puoi illuderti di arrivare, rubare il posto a Tevez e diventare titolare inamovibile. Ma è pur sempre un ragazzo di 18 anni, che certamente vorrebbe giocare e che invece, a parte la prima di campionato (in cui mancava tutto l'attacco), ha sempre fatto lo spettatore.
Se nei mesi a venire gli sarà data qualche occasione, molto bene. Altrimenti, penso proprio che il prestito non sarebbe un male. Non c'è niente di peggio, per un ragazzino, che non giocare mai.

Ps: Pogba aveva una maturità eccezionale. Si è fatto tantissima panchina "immeritatamente" (nel senso che era evidente che fosse di un altro pianeta) senza battere ciglio. Conte questo lo sapeva. Ma dei Pogba, anche come carattere, in giro ce ne sono pochi...

#43 Franz_76

Franz_76

    Prima Squadra

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 37737 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 10 ottobre 2014 - 10:32

Non dico che sia sbagliato che non giochi: dico che mi dispiace... E non vorrei che questa situazione lo avvilisse un po'. Certo, se vai alla Juve non puoi illuderti di arrivare, rubare il posto a Tevez e diventare titolare inamovibile. Ma è pur sempre un ragazzo di 18 anni, che certamente vorrebbe giocare e che invece, a parte la prima di campionato (in cui mancava tutto l'attacco), ha sempre fatto lo spettatore.
Se nei mesi a venire gli sarà data qualche occasione, molto bene. Altrimenti, penso proprio che il prestito non sarebbe un male. Non c'è niente di peggio, per un ragazzino, che non giocare mai.

Ci penserei bene prima di darlo in prestito.

Se avessimo fatto lo stesso con Pogba, magari oggi la sua storia sarebbe stata molto diversa.

Abbiamo solo 4 attaccanti, oltre lui. Avrà occasioni se le meriterà: per ora probabilmente è meglio per lui guardare da vicino Tevez tutti i giorni.



#44 Franz_76

Franz_76

    Prima Squadra

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 37737 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 10 ottobre 2014 - 10:55

Ricordiamoci poi che cederlo significa dover mendicare gli ultimi giorni di gennaio un altro attaccante.

E' appurato che i vari Gabbiadini o Berardi non ce li danno a stagione in corso e io dei vari Borriello, Anelka e Osvaldo ne ho le tasche piene....



#45 NeoGTO

NeoGTO

    Tifoso squadrista rancoroso di Serie C

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 27040 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:ROMA
  • Interessi:Juve, Manga, Sport in generale, Cinema, Musica ma anche tanta altra roba

Inviato 10 ottobre 2014 - 11:38

 

Deve fare il suo percorso, come fece Pogba diretto da Conte. D'altronde basterebbero un paio di partite consecutive giocate male per metterlo in difficoltà.

 

Tra l'altro Pogba, mi sembra di ricordare, esordì alla sesta di campionato...



Ci penserei bene prima di darlo in prestito.

Se avessimo fatto lo stesso con Pogba, magari oggi la sua storia sarebbe stata molto diversa.

Abbiamo solo 4 attaccanti, oltre lui. Avrà occasioni se le meriterà: per ora probabilmente è meglio per lui guardare da vicino Tevez tutti i giorni.

Già...
Io ad esempio rivoluzionerei il sistema della Coppa Italia...mi piacerebbe ci fosse un sistema più simile a quello inglese...dove c'è l'opportunità di far giocare davvero ragazzini contro squadre di terza o quarta lega nei primi turni...ma vabbè...utopia...







Anche taggato con Coman, juventus

0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi