Vai al contenuto

Benvenuti sul nostro Forum!

Accedi o Registrati per avere pieno accesso alla nostra community bianconera.

Foto

MOTORI


  • Per cortesia connettiti per rispondere
253 risposte a questa discussione

#241 nicola 79

nicola 79

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18881 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Interessi:topine,JUVENTUS e barricati vari

Inviato 22 maggio 2017 - 08:52

Alonso partirà in quinta posizione

 

 

DAYfgSWUIAA1xC6.jpg

 

 

DAYL2z9XoAASyDw.jpg



#242 Edgar 74

Edgar 74

    fammi vedere quanto sei cresciuta in un anno...

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 49452 messaggi
  • Sesso:Non so/indeciso
  • Luogo:Arcadia
  • Interessi:sopravvivere

Inviato 22 maggio 2017 - 11:30

Nando fenomenale. Non vedo l'ora che sia domenica. Pomeriggio, GP di Monaco; sera, 500 miglia di Indianapolis.



#243 nicola 79

nicola 79

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18881 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Interessi:topine,JUVENTUS e barricati vari

Inviato 22 maggio 2017 - 11:44

Nando fenomenale. Non vedo l'ora che sia domenica. Pomeriggio, GP di Monaco; sera, 500 miglia di Indianapolis.

Senza esagerare, ma Alonso in questo campionato, considerando soprattutto i circuiti non ovali, sarebbe un serio candidato alla vittoria finale.
Con queste macchine su un circuito cittadino o tradizionale secondo me ci va a nozze.

Messaggio modificato da nicola 79, 22 maggio 2017 - 11:45


#244 Edgar 74

Edgar 74

    fammi vedere quanto sei cresciuta in un anno...

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 49452 messaggi
  • Sesso:Non so/indeciso
  • Luogo:Arcadia
  • Interessi:sopravvivere

Inviato 22 maggio 2017 - 11:58

Senza esagerare, ma Alonso in questo campionato, considerando soprattutto i circuiti non ovali, sarebbe un serio candidato alla vittoria finale.
Con queste macchine su un circuito cittadino o tradizionale secondo me ci va a nozze.

 

E' difficile da dirsi, perché concettualmente è un campionato estremamente diverso dalla F1, per certi versi anche molto più complicato a livello di strategie e gestione di gara. Di sicuro se non sei un fenomeno non vai ad Indianapolis e giri in qualifica sui tempi dei migliori dopo aver fatto soltanto qualche centinaio di giri, per lo più di addestramento, su un circuito difficilissimo come quello dell'Indiana, che sembra facile, ma non lo è per niente: non esiste una curva, delle quattro del tracciato, che sia uguale a quell'altra, per raggio di percorrenza, per angolo di banking e per grip. Ed anche nel traffico, per quel poco che ci ha girato, pare che se la sia cavata alla grande.



#245 Edgar 74

Edgar 74

    fammi vedere quanto sei cresciuta in un anno...

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 49452 messaggi
  • Sesso:Non so/indeciso
  • Luogo:Arcadia
  • Interessi:sopravvivere

Inviato 23 maggio 2017 - 11:40

http://autosprint.co...bere_del_luned/

 

Indy 500, Chilton comanda le libere del lunedì

Dopo le qualifiche tutti di nuovo in pista nel catino di Indianapolis: Alonso in scioltezza chiude 12°. Dopo le prove Dixon rapinato a mano armata da due giovani

 

Max Chilton ha guidato ad Indianapolis il turno di libere del lunedì per la 500 Miglia, con team e piloti all’ultima vera sessione di prove prima del “carb day”, il warm-up del venerdì, e della gara. Tutti sono scesi in pista completamente in assetto gara, ed il team Ganassi è restato al top con Max Chilton: l’inglese ha preceduto Ed Jones ed il poleman Scott Dixon. Quest’ultimo ha anche dovuto ritrovare lucidità dopo essere stato rapinatopistola alla testa, dopo le prove da due ragazzi di 15 e 14 anni. Presenti anche la moglie di Dixon e Dario Franchitti, che stavano ordinando ad un fast food nei pressi dello Speedway. Già in carcere i due rapinatori, e già al vertice ancora Dixon, che ha preceduto Simon Pagenaud.

Per il transalpino, così come per il team Penske, c’è stato il risveglio dopo una pessima qualifica e anche Helio Castroneves si è rivisto in top-10 al sesto posto, con i due alfieri del Capitano migliori rappresentanti dello schieramento Chevy. Anche se tutti monteranno propulsori nuovi per la gara, sono continuati i dubbi sull’affidabilità dei motori Honda: stavolta è stato Oriol Servia a trovare guai, rompendo il suo V6. Per il resto, nessun incidente da segnalare in una giornata piuttosto tranquilla nonostante i grandi pacchetti di mischia, e con buone condizioni meteo. 

Prove in scioltezza per Fernando Alonso che ha chiuso dodicesimo battagliando nel traffico dopo l’eccellente qualifica in seconda fila: per lui e per Sage Karam massimo numero di giri completati, 45. Tutti i team e i piloti sono stati coinvolti in simulazioni di gara e come sempre il team Andretti è stato tra i più attenti: Takuma Sato, Ryan Hunter-Reay ed Alexander Rossi hanno terminato rispettivamente quinto, settimo e nono, davanti a Marco Andretti. Inoltre, si sono provati a lungo i pit-stop.

Nel frattempo, è stata calcolata la nuova classifica dell’IndyCar Series, che considera i punti attribuiti nella qualifica: Dixon è il nuovo leader, con 21 punti di vantaggio su Pagenaud e ben 52 su Will Power mentre, in ospedale, Sebastien Bourdais è già in piedi e desideroso di iniziare la riabilitazione.

 

Lunedì 22 maggio 2017, libere 8 - Classifica

1 - Max Chilton (Dallara DW12-Honda) – Ganassi - 228.592 mph (367.883 kmh)
2 - Ed Jones (Dallara DW12-Honda) – Coyne - 228.118
3 - Scott Dixon (Dallara DW12-Honda) – Ganassi - 227.165
4 - Simon Pagenaud (Dallara DW12-Chevy) – Penske - 226.998
5 - Takuma Sato (Dallara DW12-Honda) – Andretti - 226.806
6 - Helio Castroneves (Dallara DW12-Chevy) – Penske - 226.705
7 - Ryan Hunter-Reay (Dallara DW12-Honda) – Andretti - 226.542
8 - Sage Karam (Dallara DW12-Chevy) – DRR - 226.381
9 - Alexander Rossi (Dallara DW12-Honda) – Andretti - 226.376
10 - Marco Andretti (Dallara DW12-Honda) – Andretti - 226.237



#246 Milena

Milena

    Prima Squadra

  • Special Fantacalcio
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 53705 messaggi
  • Sesso:Femmina
  • Luogo:Potenza

Inviato 25 maggio 2017 - 09:14

6mDyIEr.jpg

 

 

4vMd4ir.jpg

 

 

Il Giornale



#247 Edgar 74

Edgar 74

    fammi vedere quanto sei cresciuta in un anno...

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 49452 messaggi
  • Sesso:Non so/indeciso
  • Luogo:Arcadia
  • Interessi:sopravvivere

Inviato 29 maggio 2017 - 09:03

Credo che Alonso odierà la Honda per tutto il resto della sua vita. Gli ha letteralmente rubato gli ultimi tre anni di carriera. In F1 non gli ha mai dato un motore ai limiti della decenza; ad Indianapolis tale motore glielo aveva dato, peccato che sia stato fra i tanti che sono finiti arrosto. Stava disputando una gara meravigliosa al ritmo dei migliori, correndo con la testa del veterano e con la classe del campione. A circa 30 giri dalla fine la maledetta nuvola azzurrognola che ha decretato la fine di un'impresa da sogno. In compenso la sorte ha reso qualcosa a Sato, che troppo spesso sulla sorte ci aveva sputato, come quando nel 2012 andò a muro all'ultimo giro, quando era in bagarre con Franchitti, lasciando all'italo scozzese il trionfo sul catino dell'Indiana.



#248 Franz_76

Franz_76

    Prima Squadra

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22866 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 29 maggio 2017 - 10:21

Credo che Alonso odierà la Honda per tutto il resto della sua vita. Gli ha letteralmente rubato gli ultimi tre anni di carriera. In F1 non gli ha mai dato un motore ai limiti della decenza; ad Indianapolis tale motore glielo aveva dato, peccato che sia stato fra i tanti che sono finiti arrosto. Stava disputando una gara meravigliosa al ritmo dei migliori, correndo con la testa del veterano e con la classe del campione. A circa 30 giri dalla fine la maledetta nuvola azzurrognola che ha decretato la fine di un'impresa da sogno. In compenso la sorte ha reso qualcosa a Sato, che troppo spesso sulla sorte ci aveva sputato, come quando nel 2012 andò a muro all'ultimo giro, quando era in bagarre con Franchitti, lasciando all'italo scozzese il trionfo sul catino dell'Indiana.

Stanno raggiungendo livelli di autosputtanamento mai visti.

Il tentativo di impresa di Alonso è stato parecchio reclamizzato  e con questo ennesimo tonfo la Honda si è assicurata una bella pubblicità anche sul mercato americano, che magari poteva essere poco interessato alle vicende (e alle rotture) in F1.

Ovviamente rischia di contare più la rottura del big che la vittoria di una vettura comunque motorizzata Honda.

Non so quante teste cadranno....



#249 nicola 79

nicola 79

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18881 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Interessi:topine,JUVENTUS e barricati vari

Inviato 17 giugno 2017 - 09:09

WEC | 24 Ore di Le Mans, qualifiche 2-3: Pole e record per Toyota, Aston e Corvette prime nelle classi GTE

La Toyota mette in cascina la pole position della 24 Ore di Le Mans 2017 grazie al giro di Kamui Kobayashi in 3:14.791 che vale il nuovo record, superando il 3:16.887 ottenuto dalla Porsche nel 2015. Le due vetture tedesche sono terza e quarta. La Oreca prosegue il dominio in LMP2. Pole per la #26 del G-Drive Racing. Aston Martin firma il primo posto, unica a scendere sotto il 3:50. In GTE Am svetta la Corvette #50, che nel corso delle Q3 ha risposto agli squilli delle Ferrari.

Qualifiche 2. Si inizia subito con la Toyota #8 ferma all’uscita della Chicane Michelin, oltre al tempo della gemella #7 in 3:18.651 che migliora il 3:18.793 delle Qualifiche 1. La ENSO CLM P1/01 #4 del ByKolles Racing in progressione: dal 3:28.887 delle Qualifiche 1 al 3:26.026.

Nella LMP2 la Oreca #38 del Jackie Chan DC Racing lima il tempo delle Qualifiche 1 (3:29.333, Oreca #28 TDS Racing) in 3:26.776, con le vetture dotate del telaio Oreca che continuano a rifilare paga agli altri tre costruttori presenti coi rispettivi team. Al termine della sessione svetta la Oreca #25 della Manor in 3:25.549.

A quasi mezz’ora dall’inizio, la Ligier-Gibson #33 dell’Eurasia Motorsport sbatte contro le barriere provocando la bandiera rossa e lo stop della sessione. Il pilota, Maris, è uscito con le proprie gambe dall’abitacolo, ma viene trasferito al centro medico per un controllo precauzionale.

Dopo la ripresa della sessione, Kobayashi fa il record in 3:14.791, battendo ufficialmente la Pole 2015 della Porsche (3:16.887). Lo stesso fa l’Aston Martin #97 che modifica il tempo di ieri della gemella #95 (3:52.117) in 3:51.860, quindi la Ferrari #84 che supera il tempo dell’Aston Martin #98 (3:55.134) con un 3:54.543. Dopo aver montato il nuovo motore, la Toyota #8 è riuscita a completare l’installation lap senza problemi.

Qualifiche 3. Tutto invariato in classe LMP1, con la Toyota che si assicura la pole grazie al giro record di Kobayashi nelle Qualifiche 2. Qualche noia per Porsche con la #2: le vetture di Weissach sono terza e quarta. La ENSO #4 del ByKolles Racing (che nelle Q2 ha registrato la velocità massima segnando 340,2 km/h) riesce nell’intento a piazzarsi davanti alle LMP2 migliorando il proprio tempo: dal 3:26.026 delle Qualifiche 2 al 3:24.170.

Il G-Drive Racing migliora il 3:25.549 della Manor (Oreca #25) con 3:25.352, che vale la Pole in classe LMP2. A 15 minuti dal termine la Aston Martin #97 batte la pole 2016 (3:51.185) con 3:50.837, avvicinandosi di parecchio al tempo ottenuto dieci anni fa dall’Aston Martin DBR9 GT1 (3:50.761), sempre considerando i 600-620 CV che erogavano le GT1 rispetto ai 500 circa delle attuali GTE. Seconda la Ferrari #71, davanti alla Ford #69, che ha visto strapparsi la pole dalla vettura britannica. In GTE Am primo posto la Corvette #50: suo il tempo in 3:52.843, svettando ai danni delle Ferrari.

Appuntamento con la conferenza stampa di ACO, in programma domani venerdì 16 giugno, e con la parata nel centro della città alle ore 17:30. Nella giornata di sabato 17 giugno il Warm-Up dalle 09:00 alle 09:45, per poi concentrarsi sulla gara, la cui partenza è fissata per le ore 15:00, con il primo dei quattro collegamenti in diretta su Radio LiveGP che scatterà alle 14:45.

Matteo Milani

https://www.livegp.i...classi-gte.html



#250 Edgar 74

Edgar 74

    fammi vedere quanto sei cresciuta in un anno...

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 49452 messaggi
  • Sesso:Non so/indeciso
  • Luogo:Arcadia
  • Interessi:sopravvivere

Inviato 18 giugno 2017 - 14:41

Ha vinto la Porsche numero 2.

#251 Edgar 74

Edgar 74

    fammi vedere quanto sei cresciuta in un anno...

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 49452 messaggi
  • Sesso:Non so/indeciso
  • Luogo:Arcadia
  • Interessi:sopravvivere

Inviato 19 giugno 2017 - 18:02

http://www.repubblic...-C4-P10-S1.4-T1

 

Ferrari Classiche, il Fort Knox delle auto più preziose del mondo

 

 

141441056-d92af6eb-6514-4797-9a10-fcdbc5

 

Dal 2006 nel più totale segreto ridà vita alle Rosse da milioni di euro. Visita virtuale nella clinica delle leggende a motore Foto Video

 

di VINCENZO BORGOMEO

 

 

Il Fort  Knox delle auto? E' a Maranello, il posto al mondo che custodisce, sia pure per periodi limitati, le auto più preziose del pianeta terra. Mediamente ce ne sono una trentina e spesso il loro valore complessivo arriva a sfiorare il miliardo di euro. Parliamo della misteriosa officina "Ferrari Classiche", che restaura le proprie auto d'epoca, ne certifica l'originalità e le rimette in strada più belle di prima. Qui dentro non entra nessuno, la privacy è totale: un po' per il valore delle auto (ci sono state fino a cinque GTO contemporaneamente...), un po' per il lignaggio dei loro proprietari. Re, principi, capitani d'industria:  per capire come la monarchia non sia affatto sparita dal nostro mondo un viaggio da queste parti vale più di mille ricerche storiche. Ma torniamo alle auto.

 

Sappiamo che nella storia di questa clinica Ferrari sono passate diverse 250 GTO, alcune 250 Testa Rossa, una delle quali proprio la vettura che Phil Hill portò alla vittoria nella 24 Ore di Le Mans nel 1958, e tre delle 32 250 LM costruite. Più diverse 250 GT Berlinetta a passo corto, una 500 TR del 1956 e la sport-prototipo 512 M che nel 1971 chiuse Le Mans al quarto posto assoluto... Basta per capire il livello di questa (scusate il termine) "officina".

 

Ad oggi Ferrari Classiche ha completato più di 100 restauri totali, molti dei quali hanno ottenuto importanti riconoscimenti nei più prestigiosi Concorsi d'Eleganza internazionali. Sono oltre 5000 i certificati di autenticità rilasciati. Grazie all'inestimabile archivio completo dei disegni tecnici e delle schede di montaggio originali di tutti i modelli Ferrari prodotti nella storia è stato inoltre possibile ricostruire tutti i componenti dei motori, inclusi i basamenti dei V8 e V12, così da garantire un restauro assolutamente fedele alle specifiche originarie delle vetture.

Va ricordato poi che il programma di certificazione di Ferrari Classiche è stato creato per permettere ai clienti di Ferrari di ottenere un documento che attesti ufficialmente l’autenticità delle loro autovetture. E che il servizio è rivolto ai proprietari di vetture Ferrari stradali di età superiore ai vent’anni e di vetture Ferrari di F1, sport e sport-prototipi, indipendentemente dal loro anno di produzione. Oltre ad accertare l’autenticità delle vetture, il certificato di autenticità costituisce infatti presupposto indispensabile per poter partecipare a tutte le manifestazioni ufficiali Ferrari di carattere storico.

Insomma, possiamo dire che oggi la Ferrari fa rivivere le gesta del Commendatore nel modo più bello, ridando splendore alle sue auto, con l'officina-boutique dove si restaurano le macchine più preziose. Una struttura segretissima dove hanno accesso in pochi e che dal 2006 restaura i tesori di Maranello. E dove oggi sono invitati tutti i nostri lettore con queste straordinarie cinquanta immagini riprese proprio fra le mura di Ferrari Classiche.



#252 nicola 79

nicola 79

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18881 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Interessi:topine,JUVENTUS e barricati vari

Inviato 21 giugno 2017 - 10:27

:lode:  :lode:  :lode:



#253 Edgar 74

Edgar 74

    fammi vedere quanto sei cresciuta in un anno...

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 49452 messaggi
  • Sesso:Non so/indeciso
  • Luogo:Arcadia
  • Interessi:sopravvivere

Inviato 24 giugno 2017 - 11:29

http://www.tuttospor...7-8468-9356ff">

 

Ferrari 488 GTB, è suo il premio Engine of the year

 

L'otto cilindri Ferrari si piazza davanti a Porsche e BMW. Risultati sotto le attese per il V6 della Giulia Quadrifoglio

 

ROMA - Il motore migliore in circolazione è quello della Ferrari 488 GTB, almeno secondo la giuria del premio International Engine of the Year che l’ha giudicato vincitore per il secondo anno consecutivo. Il podio è completato dal nuovo 3 litri “flat six” della Porsche 911, seguito da 1.5 turbo ibrido a 3 cilindri della BMW i8. Il premio è composto da varie categorie ma in quella generale hanno primeggiato propulsori installati su auto da almeno 100.000 euro.

ECOBOOST - Per trovare motori più umani bisogna scendere di cilindrata, trovando il 1.0 3 cilindri EcoBoost della Ford nella categoria fino a un litro, il 1.2 Pure Tech della Peugeot in quella da 1 a 1,4 litri, di nuovo il 1.5 BMW ibrido nella sezione da 1,4 a 1,8 litri e il 2 litri turbo boxer della Porsche 718 nella categoria da 1,8 fino a 2 litri. La categoria successiva, quella da 2 a 2,5 litri è stata dominata per l’ottava edizione consecutiva dal 5 cilindri 2.5 TFSI firmato Audi, mentre dai 2,5 ai 3 litri si riconferma la Porsche 911.

FERRARI - Dopodiché si ritorna nel regno delle supercar, con la già citata 488 GTB che vince la categoria da 3 a 4 litri, seguita da un’altra vettura di Maranello, la F12 tdf, nella categoria oltre i 4 litri. Infine ci sono le categorie speciali: quella dedicata ai nuovi motori dove la vittoria è andata al powertrain 3.5 V6 ibrido della Honda NSX; quella degli elettrici dove la Tesla continua a primeggiare con le Model S e X e quella dei motori “green”, anch’essa dominata dalle Tesla. 



#254 Edgar 74

Edgar 74

    fammi vedere quanto sei cresciuta in un anno...

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 49452 messaggi
  • Sesso:Non so/indeciso
  • Luogo:Arcadia
  • Interessi:sopravvivere

Inviato 04 luglio 2017 - 16:59

Che meraviglia...

 

http://www.repubblic...0-C6-P2-S1.6-T1

 

Se Aston Martin sfida Ferrari e Lamborghini

 

161241391-f7c06298-cb01-4bad-99ed-508387

 

Approvata la supercar a motore centrale. Sta per arrivare la sportiva più estrema mai prodotta dalla casa inglese Foto

 

Ora è ufficiale: l'Aston Martin entrerà nel segmento delle supercar a motore centrale, dominato attualmente da Ferrari, Lamborghini e McLaren. Questa inedita berlinetta fa parte di un ambizioso piano di rinnovamento ed allargamento della gamma, che prevede sette novità nei prossimi sette anni.

 

Lo rivela il magazine britannico AutoExpress che ha intervistato Andy Palmer, CEO di Aston Martin, la celebre marca britannica di auto sportive, che è però controllata, com'è noto, dall'italiana InvestIndustrial che fa capo alla famiglia Bonomi.

Il programma partirà con le GT e più esattamente la DB 11 nel 2017 a cui seguiranno la Vantage e la Vanquish nel 2018.
L'anno seguente arriverà l'inedito DBX, cioè il crossover GT che probabilmente proporrà la sola propulsione elettrica. E nel 2020 - ha confermato Palmer - Aston Martin porterà sul mercato una berlinetta a motore centrale in grado di competere con le Ferrari, le Lamborghini e le McLaren.

Anche se mancano ulteriori dettagli, AutoExpress ha ricostruito quello che potrebbe essere il probabile aspetto di questo inedito modello, in cui confluiranno - lo ha svelato lo stesso CEO di Aston Martin - le esperienze che l'azienda ha fatto per realizzare l'hypercar Valkyrie (nota anche come AM-RB 001) che è stata disegnata da Adrian Newey, direttore tecnico della Red Bull Formula Uno, e che arriverà sul mercato probabilmente qualche mese prima della nuova berlinetta.

 

195156822-4c4d64e2-d80b-4404-ad8a-4b9fc3

195157079-a5a72eb7-cf8e-47ad-849d-32b648

 

195156847-196a75cf-b0ce-425e-8498-f271db

 

195157066-c07636ce-d6cf-4231-adb7-1d3fd5






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi