Vai al contenuto

Benvenuti sul nostro Forum!

Accedi o Registrati per avere pieno accesso alla nostra community bianconera.

Foto

PIANETA TENNIS


  • Per cortesia connettiti per rispondere
7103 risposte a questa discussione

#7096 marcolanc

marcolanc

    Squadrista, Rancoroso, UltrÓ, Tifoso di Serie C

  • Coordinatore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 35027 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:Bourgogne

Inviato 16 novembre 2018 - 11:27

Federer gioca sempre senza paracadute (ed è anche il motivo per cui lo amo): in giornata storta, può perdere contro chiunque, dal momento che non è un rematore...
Con Nishikori è successo, ma alle finals quel che conta è sopravvivere al girone, per poi vincere le due gare successive (qualcuno ricorda le WTA Finals 2016?).

#7097 Franz_76

Franz_76

    Prima Squadra

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 28128 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 16 novembre 2018 - 12:00

Presentata l’ATP Cup, l’evento che potrebbe uccidere la Davis

Da gennaio 2020, ventiquattro squadre si contenderanno il titolo in Australia, poche settimane dopo la prime Finals della "Nuova Davis"

Non è certo una sorpresa, ma ora il tennis ha ufficialmente due campionati del mondo a squadre. Oltre alla Coppa Davis, l’ATP e la Federazione Australiana hanno reso noti i dettagli della rinata “ATP Cup”, la manifestazione a squadre che a partire dal 2020 aprirà la stagione tennistica, quindi a ridosso – e in preparazione – dell’Australian Open. Proprio la collocazione spazio-temporale, come rimarcato dal presidente dell’ATP Chris Kermode, dovrebbe essere la chiave del successo già dalla prima edizione.

 
 

Risorto dalle ceneri della World Team Cup, tenuta a Düsseldorf dal 1978 al 2012, e modellato dopo anni di consultazioni con i giocatori, l’evento avrà una durata di dieci giorni (da venerdì 3 a domenica 12 gennaio nel 2020), si disputerà in tre città e vi prenderanno parte 24 nazioni. Il formato prevede sei gironi da quattro da cui usciranno le otto squadre che giocheranno il tabellone a eliminazione diretta. I componenti di ogni squadra potranno essere al massimo cinque, mentre la formula dei tie sarà di due singoli e un doppio. La classifica di singolare del numero 1 di ogni nazione costituirà il criterio per l’ammissione alla Coppa.
Soprattutto, però, metterà sul piatto 15 milioni di dollari di montepremi e fino a 750 punti ATP per i vincitori. Si tratta di un’ulteriore iniziativa, secondo il comunicato stampa, volta a innovare il tennis, a procurare nuove opportunità di guadagno per i giocatori e a far conoscere lo sport a nuovi fan.

A presentare l’ATP Cup durante le Finals di Londra, oltre a Kermode e a Craig Tiley, amministratore delegato di Tennis Australia, sono intervenuti diversi giocatori tra cui Novak Djokovic, presidente dell’ATP Player Council. Il numero 1 del mondo ha affermato: Mi piace che sia di proprietà dell’ATP, dei giocatori, che dia punti per la classifica e sarà il modo migliore per dare il via alla stagione. L’Australia è un Paese che ha uno Slam, che promuove il tennis. Per più del 90% del tempo giochiamo come singoli individui e non abbiamo troppi eventi a squadre”. In realtà, come peraltro lo stesso Nole aveva detto dopo il match con Sascha Zverev, gli eventi“sono troppi”, riferendosi alla concentrazione nel calendario post-US Open di Laver Cup (settembre), Coppa Davis (fine novembre) e ATP Cup (inizio gennaio). “Questo” ha comunque proseguito Djokovic durante la presentazione, “metterà insieme molte nazioni e per me sarà un bel momento in cui rappresentare con orgoglio il mio Paese”.

Mentre Kermode si è naturalmente concentrato sulla strategia di innovazione e sullo sguardo al futuro (Next Gen e relative regole insegnano), è intervenuto l’altro promotore Craig Tiley che, come ci racconta il Direttore, è anche consulente di Tony Godsick per la Laver Cup e direttore dello Slam di Melbourne. Secondo lui, “questa è una formidabile opportunità, in stretta collaborazione con i giocatori e il Tour, di far nascere un evento di portata globale che accresce ulteriormente il nostro sport e l’interesse dagli appassionati”.

Si sono uniti all’entusiasmo dando il loro pieno supporto vari giocatori tra cui Federer, Thiem, Isner, De Minaur, Nishikori e Kachanov. Tornando alla questione delle competizioni a squadre troppo ravvicinate che comporteranno quasi necessariamente una scelta da parte dei top player (e la direzione di quella scelta non lascia ormai molti dubbi), la palla passa, anzi, è scagliata con la veemenza di un servizio di Isner in faccia all’ITF, a Kosmos-Piqué e alla “loro” Coppa Davis con relativa pessima collocazione in assoluto nel calendario e ora, a meno di tre mesi dal primo vagito, ufficialmente schiacciata tra due manifestazioni più appetibili.

https://www.ubitenni...la-coppa-davis/

 

 

Ci saranno quindi due tornei a squadre in fotocopia: uno con un nome di tradizione, ma senza punti ATP e già schifato dai principali big visto l'assurda collocazione in calendario a fine novembre, l'altro a gennaio, più allettante sotto tutti i punti di vista.

 

Mi sa che Piquè stavolta il piqueton se lo prende in quel posto



#7098 Milena

Milena

    Prima Squadra

  • Special Fantacalcio
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 63377 messaggi
  • Sesso:Femmina
  • Luogo:Potenza

Inviato 18 novembre 2018 - 10:11

Zjl4PSI.jpg

 

 

Corsera



#7099 Franz_76

Franz_76

    Prima Squadra

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 28128 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 18 novembre 2018 - 11:04

Purtroppo Federer paga ancora un calo evidente nei momenti topici: turno di servizio osceno sul 65 nel primo set e errore dilettantesco su una volee sul 54 del tie break del secondo.

#7100 marcolanc

marcolanc

    Squadrista, Rancoroso, UltrÓ, Tifoso di Serie C

  • Coordinatore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 35027 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:Bourgogne

Inviato 18 novembre 2018 - 12:10

Non ho visto il match, ma sicuramente Federer nel 2018, pur confermandosi ad altissimi livelli (tanto da essersi ripreso per qualche settimana il primato del ranking ATP), non ha replicato le magie del 2017.
Cosa chiedere per il 2019? Credo che vincere il terzo Australian consecutivo sia improbabile: immagino che punterà a fare bene in qualche 1000 a lui congeniale, per poi dare il meglio a Wimbledon.
Ma staremo a vedere...
Riguardo Zverev, riconferma la sua solidità nei match di 3 set, io però lo aspetto negli Slam, perché un campione fa la differenza lì.

#7101 Franz_76

Franz_76

    Prima Squadra

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 28128 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 18 novembre 2018 - 13:05

Non ho visto il match, ma sicuramente Federer nel 2018, pur confermandosi ad altissimi livelli (tanto da essersi ripreso per qualche settimana il primato del ranking ATP), non ha replicato le magie del 2017.
Cosa chiedere per il 2019? Credo che vincere il terzo Australian consecutivo sia improbabile: immagino che punterà a fare bene in qualche 1000 a lui congeniale, per poi dare il meglio a Wimbledon.
Ma staremo a vedere...
Riguardo Zverev, riconferma la sua solidità nei match di 3 set, io però lo aspetto negli Slam, perché un campione fa la differenza lì.

Il 2017 era ovviamente irripetibile.
Il 2018 è stato di luci ed ombre, ma con i risultati ottenuti la stragrande maggioranza di tennisti ci camperebbe una carriera.
Visto anche ieri la sensazione è che:
- il servizio è calato parecchio e questo lo costringe a faticare molto più degli avversari a tenerlo, sprecando parecchie energie. Così basta un piccolo passaggio a vuoto per compromettere un set.
- la mobilità è ovviamente calata, e spesso è un po' in ritardo e non riesce a spingere più di tanto i colpi. Poi naturalmente essendo un fenomeno riesce ad inventarsi colpi in controbalzo assurdi per chiunque altro.
- per qualche motivo ha scelto di rispondere sempre e solo in back di rovescio, non solo sulle prime, e lì ci sta, ma anche su seconde non irresistibili. Alla fine sui turni di battuta avversari così è sempre passivo, mentre sulle sue seconde di servizio gli arrivano indietro sempre cannonate. Su questo immagino lavorerà parecchio con Ljubicic.
Detto questo, anche ieri senza quei due passaggi a vuoto, se la poteva giocare benissimo con un top five, come l'altra settimana con Djokovic, quindi di margine ne ha ancora tantissimo.

#7102 marcolanc

marcolanc

    Squadrista, Rancoroso, UltrÓ, Tifoso di Serie C

  • Coordinatore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 35027 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:Bourgogne

Inviato 18 novembre 2018 - 20:43

Comunque Zverev ha bastonato anche Djokovic...

#7103 Combi73

Combi73

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12136 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 18 novembre 2018 - 22:35

Impresa del tedesco.
Adesso deve fare l’ultimo e più difficile salto di qualità, arrivare in fondo ad uno slam

#7104 Franz_76

Franz_76

    Prima Squadra

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 28128 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 19 novembre 2018 - 15:52

Per la seconda volta in un mese Djokovic arriva in finale in carrozza da superfavorito e perde nettamente.

Zverev vince meritatamente, ma nel girone era stato surclassato dal serbo e a Bercy era stato asfaltato da Kachanov, che se si fosse qualificato al posto degli impresentabili Nishikori e Isner (ma pure il Thiem londinese), magari avrebbe detto la sua.

Torneo piuttosto brutto, con giocatori sempre più spompati e fuori fase.

Figuriamoci che dal 2020 dopo le finals dovrebbe esserci la nuova davis: i giocatori dovrebbero raccoglierli con il cucchiaino.






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi