Vai al contenuto

Benvenuti sul nostro Forum!

Accedi o Registrati per avere pieno accesso alla nostra community bianconera.

Foto

1982 - Amarcord


  • Per cortesia connettiti per rispondere
14 risposte a questa discussione

#1 Antipatico

Antipatico

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4183 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:Busto Arsizio (VA)

Inviato 21 giugno 2022 - 15:33

Ricorre il quarantennale del mitico Mundial spagnolo.

 

Apro una nuova discussione per raccogliere i nostri personali ricordi   sciarpa: . Oggi, 21 giugno, è l'anniversario di questo curioso episodio:  

 

Che cosa accadde il 21 giugno 1982 a Valladolid al Mundial di Spagna?

Siamo nel pieno del Mundial di Spagna del 1982, è il 21 giugno e a Valladolid va in scena Francia – Kuwait valevole per la seconda giornata del girone eliminatorio. La Francia di Platini e Genghini è fortissima ma all’esordio aveva rimediato una sconfitta per 3 a 1 contro l’Inghilterra, mentre il Kuwait, Cenerentola del torneo e alla sua prima partecipazione alla fase finale del mondiale di calcio, aveva pareggiato 0 a 0 contro la Cecoslovacchia. La Francia deve pertanto vincere e anche con un discreto margine di gol, infatti i transalpini dominano la partita e si portano abbastanza agevolmente in vantaggio per 3 a 0. I Kuwaitiani riescono anche nell’impresa di segnare il gol della bandiera grazie ad Abdullah Al-Buloushi che fissa momentaneamente il risultato sul 3 a 1. Arriviamo così al fatidico minuto 81 quando i francesi vanno nuovamente in rete con Giresse che, imbeccato da un perfetto assist di Platini, attraversa indisturbato la difesa del Kuwait e deposita in rete. Nell’azione, i difensori kuwaitiani, spinti anche da un presunto fischio dell’arbitro (arrivato in realtà dagli spalti) si erano fermati convinti del fuorigioco dell’attaccante francese.

 

I giocatori del Kuwait attribuiscono all’incerto arbitro della partita, il russo Miroslav Ivanovych Stupar, il fischio incriminato che li avrebbe interrotti nella loro azione difensiva Si accende immediatamente una disputa, a tratti comica, tra i calciatori del Kuwait, che non ne vogliono sentire di riprendere regolarmente il gioco, e l’arbitro. Ma questo è solo l'inizio... Mentre i calciatori del Kuwait continuano a protestare platealmente e vorrebbero abbandonare il match, dalla tribuna si alza un emiro in Kefiah che invita ufficialmente la squadra a lasciare il campo. Il personaggio in questione è Fahad Al-Ahmed Al-Jaber Al-Sabah, capo della Federcalcio del Kuwait e fratello dello sceicco del paese arabico, membro della famiglia reale. Al-Sabah, sotto gli occhi increduli di tutti, viene convinto dai giocatori a scendere in campo, circondato dalla polizia, dalle sue guardie del corpo e da alcuni funzionari della Fifa. Siamo in presenza di una vera e propria invasione di campo che per sette lunghi minuti terrà in ostaggio la partita. L’emiro parla con tutti compreso l’arbitro che viene così annullare il gol dei francesi. Soddisfatto, Al Sabah torna ad occupare il suo posto in tribuna e il gioco riprende indisturbato dall’area del Kuwait dopo che il gol di Giresse è stato definitivamente annullato.

Nessuno fino a quel momento era mai stato in grado di condizionare dall’esterno un arbitro al punto di convincerlo ad annullare un gol. La partita in questione finirà comunque 4 a 1, grazie ad un gol all'ultimo minuto realizzato dal difensore Bossis ma l’episodio farà subito il giro del mondo e la Fifa non potrà esimersi dal togliere la qualifica di arbitro internazionale al Signor Stupar. Il malcapitato arbitro ha rilasciato negli anni anche alcune dichiarazioni in merito all’episodio con le quali afferma di essere rimasto da solo ad affrontare le forti pressioni del principe e che, in assenza di regole chiare per gestire l’interferenza esterna, cercò semplicemente l’unica via d’uscita possibile per concludere in qualche modo la gara. L’emiro Al-Sabah, altro protagonista assoluto della vicenda, non ritornò mai sull’episodio calcistico, ma farà nuovamente parlare di sé a causa della sua morte violenta avvenuta per mano dell’esercito iracheno durante l’invasione del Kuwait nell’agosto del 1990.



#2 Edgar 74

Edgar 74

    capitano

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 75291 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:Nampara, Cornovaglia
  • Interessi:Evitare il fuoco amico

Inviato 21 giugno 2022 - 16:05

Volevo fare un pezzo sul 13 giugno 1982, la prima partita che ho visto in vita mia, Argentina-Belgio 0-1. Poi è passato tutto in cavalleria... Peccato. 40 anni di calcio non sono pochi. Anche se quasi tutti da spettatore.



#3 Antipatico

Antipatico

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4183 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:Busto Arsizio (VA)

Inviato 21 giugno 2022 - 16:14

Volevo fare un pezzo sul 13 giugno 1982, la prima partita che ho visto in vita mia, Argentina-Belgio 0-1. Poi è passato tutto in cavalleria... Peccato. 40 anni di calcio non sono pochi. Anche se quasi tutti da spettatore.

Non è stata la mia prima partita, ma avevo avuto la stessa idea  rolleyes:

 

Ma possiamo comunque recuperare a partire da qui ... oh, ma vi ricordate il centrocampo della Francia? Tigana, Giresse e Platini: che spettacolo!   :lode:



#4 doctoric

doctoric

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1368 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:Roma
  • Interessi:Giornalismo sportivo ed appassionato di biliardo

Inviato 21 giugno 2022 - 16:45

Ricorre il quarantennale del mitico Mundial spagnolo.

 

Apro una nuova discussione per raccogliere i nostri personali ricordi   sciarpa: . Oggi, 21 giugno, è l'anniversario di questo curioso episodio:  

 

Che cosa accadde il 21 giugno 1982 a Valladolid al Mundial di Spagna?

Siamo nel pieno del Mundial di Spagna del 1982, è il 21 giugno e a Valladolid va in scena Francia – Kuwait valevole per la seconda giornata del girone eliminatorio. La Francia di Platini e Genghini è fortissima ma all’esordio aveva rimediato una sconfitta per 3 a 1 contro l’Inghilterra, mentre il Kuwait, Cenerentola del torneo e alla sua prima partecipazione alla fase finale del mondiale di calcio, aveva pareggiato 0 a 0 contro la Cecoslovacchia. La Francia deve pertanto vincere e anche con un discreto margine di gol, infatti i transalpini dominano la partita e si portano abbastanza agevolmente in vantaggio per 3 a 0. I Kuwaitiani riescono anche nell’impresa di segnare il gol della bandiera grazie ad Abdullah Al-Buloushi che fissa momentaneamente il risultato sul 3 a 1. Arriviamo così al fatidico minuto 81 quando i francesi vanno nuovamente in rete con Giresse che, imbeccato da un perfetto assist di Platini, attraversa indisturbato la difesa del Kuwait e deposita in rete. Nell’azione, i difensori kuwaitiani, spinti anche da un presunto fischio dell’arbitro (arrivato in realtà dagli spalti) si erano fermati convinti del fuorigioco dell’attaccante francese.

 

I giocatori del Kuwait attribuiscono all’incerto arbitro della partita, il russo Miroslav Ivanovych Stupar, il fischio incriminato che li avrebbe interrotti nella loro azione difensiva Si accende immediatamente una disputa, a tratti comica, tra i calciatori del Kuwait, che non ne vogliono sentire di riprendere regolarmente il gioco, e l’arbitro. Ma questo è solo l'inizio... Mentre i calciatori del Kuwait continuano a protestare platealmente e vorrebbero abbandonare il match, dalla tribuna si alza un emiro in Kefiah che invita ufficialmente la squadra a lasciare il campo. Il personaggio in questione è Fahad Al-Ahmed Al-Jaber Al-Sabah, capo della Federcalcio del Kuwait e fratello dello sceicco del paese arabico, membro della famiglia reale. Al-Sabah, sotto gli occhi increduli di tutti, viene convinto dai giocatori a scendere in campo, circondato dalla polizia, dalle sue guardie del corpo e da alcuni funzionari della Fifa. Siamo in presenza di una vera e propria invasione di campo che per sette lunghi minuti terrà in ostaggio la partita. L’emiro parla con tutti compreso l’arbitro che viene così annullare il gol dei francesi. Soddisfatto, Al Sabah torna ad occupare il suo posto in tribuna e il gioco riprende indisturbato dall’area del Kuwait dopo che il gol di Giresse è stato definitivamente annullato.

Nessuno fino a quel momento era mai stato in grado di condizionare dall’esterno un arbitro al punto di convincerlo ad annullare un gol. La partita in questione finirà comunque 4 a 1, grazie ad un gol all'ultimo minuto realizzato dal difensore Bossis ma l’episodio farà subito il giro del mondo e la Fifa non potrà esimersi dal togliere la qualifica di arbitro internazionale al Signor Stupar. Il malcapitato arbitro ha rilasciato negli anni anche alcune dichiarazioni in merito all’episodio con le quali afferma di essere rimasto da solo ad affrontare le forti pressioni del principe e che, in assenza di regole chiare per gestire l’interferenza esterna, cercò semplicemente l’unica via d’uscita possibile per concludere in qualche modo la gara. L’emiro Al-Sabah, altro protagonista assoluto della vicenda, non ritornò mai sull’episodio calcistico, ma farà nuovamente parlare di sé a causa della sua morte violenta avvenuta per mano dell’esercito iracheno durante l’invasione del Kuwait nell’agosto del 1990.


Messaggio modificato da doctoric, 21 giugno 2022 - 16:48


#5 Antipatico

Antipatico

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4183 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:Busto Arsizio (VA)

Inviato 21 giugno 2022 - 16:48

Ma la Kefiah era bianconera o ricordo male?

Solo per chi ancora non possedeva un tv color   :)



#6 vivamontero

vivamontero

    Prima Squadra

  • Redattori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8186 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 21 giugno 2022 - 20:54

Tigana, Giresse, Platini...
Uno dei migliori Brasile di sempre, eccetto il centravanti..
Maradona,ardiles, Passarella
Rummenigge, Stielike, Littbarski
E noi..che nel '78 eravamo anche meglio.
Che Mundial, il Mundial!!!

#7 Edgar 74

Edgar 74

    capitano

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 75291 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:Nampara, Cornovaglia
  • Interessi:Evitare il fuoco amico

Inviato 21 giugno 2022 - 21:12

Tigana, Giresse, Platini...
Uno dei migliori Brasile di sempre, eccetto il centravanti..
Maradona,ardiles, Passarella
Rummenigge, Stielike, Littbarski
E noi..che nel '78 eravamo anche meglio.
Che Mundial, il Mundial!!!

Mlynarczyk, Boniek, Zmuda e Lato.

Madjer

Schachner, Prohaska, Krankl

N'kono e Roger Milla

Shilton, Robson, Keegan,

Pfaff, Gerets

Arconada, Camacho, Gordillo, Gallego, Santillana

Souness, Strachan, Dalglish

Dassaev, Blochin

#8 vivamontero

vivamontero

    Prima Squadra

  • Redattori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8186 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 21 giugno 2022 - 21:32

Mlynarczyk, Boniek, Zmuda e Lato.

Madjer

Schachner, Prohaska, Krankl

N'kono e Roger Milla

Shilton, Robson, Keegan,

Pfaff, Gerets

Arconada, Camacho, Gordillo, Gallego, Santillana

Souness, Strachan, Dalglish

Dassaev, Blochin

Che spettacolo!!
E nessun divetto.
Gran tempi, gran tempi!!

#9 Antipatico

Antipatico

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4183 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:Busto Arsizio (VA)

Inviato 22 giugno 2022 - 17:22

Souness, Strachan, Dalglish

Oggi, 22 giugno 1982, tocca alla Scozia abbandonare il Mundial: per differenza reti, per la terza volta consecutiva ... una vera e propria maledizione!   wall:  wall:  wall:

 

Joe Jordan e Aleksandre Chivadze, entrambi in gol nel 2-2 di Malaga

 

Joe-Jordan-1982-ussr.jpg



#10 Antipatico

Antipatico

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4183 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:Busto Arsizio (VA)

Inviato 23 giugno 2022 - 09:30

23 giugno 1982: Italia-Camerun. Fu vera gloria? Non secondo Oliviero Beha, il quale lo definì "il match combinato per antonomasia" ..

 

"A Vigo nel primo turno l’Italia in quel momento sbeffeggiata di Bearzot viene da due pareggi, con Polonia e Perù. Se perde va fuori tra le pernacchie, se pareggia sopravvive comunque per il quoziente reti. Il Camerun se pareggia viene eliminato ma torna imbattuto in patria,  prima squadra africana a riuscire in un’impresa simile di grande orgoglio patriottico, figurando così dignitosamente in un Mondiale ossia in tv.
 

Fu uno 0-0 travestito da 1-1,  prima Graziani su scivolata di N’Kono, il portiere dalla lunga carriera spagnola, un secondo dopo il camerunense M’Bida, unico gol in carriera credo, di fronte a Zoff e a una difesa da “strano interludio”, sapete, quelle belle statuine della piece di O’Neill. Nessuno protestò più di tanto, allora, mentre in contemporanea Germania e Austria “biscottavano” ai danni dell’Algeria, per passare a braccetto al turno seguente: invenzioni di chi scrive? Macché, qualcuno dei “biscotta- tori” avrebbe confessato molti anni dopo che le cose erano andate esattamente così, come ci erano parse “in diretta”.
 

Per Italia-Camerun, viatico per gli azzurri di un Bearzot poi portato in trionfo a Madrid, con Pertini, Spadolini e i giocatori,  non ci fu al momento alcuno strascico, se non a cena, tra colleghi che ne avevano viste tante di quel genere e quindi pensarono bene di non scrivere nulla. Chi mise in dubbio un paio d’anni dopo, grazie a un’inchiesta in Africa e in Europa dal significativo e minaccioso titolo di “Mundialgate”, quel “biscotto” italo-camerunense e una serie di trame da far rabbrividire (cfr. il boss camorrista Michele Zaza che esercitava per conto del presidente della Federcalcio di allora, Federico Sordillo, il suo legale), fu chi scrive. Mal gliene incolse.

 

Come mi disse Carraro telefonicamente all’epoca, nell’estate del 1984, ”Lei non lavorerà più, ho parlato con il suo Direttore”. Trattavasi di Scalfari, che all’epoca dialogava con il potere terreno e non con quello divino. Aveva ragione quasi del tutto Carraro"  (qui l'articolo completo: https://www.ilpost.it/2010/06/23/linchiesta-su-italia-camerun-dell82/ )

 

82-camerun.jpg



#11 Antipatico

Antipatico

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4183 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:Busto Arsizio (VA)

Inviato Ieri, 10:41

24 giugno 1982

 

Lo chiamavano (credo fosse Pizzul) "il nerissimo Arzu". Era il portiere dell'Honduras ...   rolleyes:

 

 

Arzú e le lacrime dell'Honduras 

 

https://carotenuto.b...e-dellhonduras/
 

Non sapevamo picchiare, non sapevamo perdere tempo e avevamo la mano sul petto mentre suonava l'inno nazionale. E' peccato essere poveri, è peccato essere piccoli. E allora ci fecero fuori.

 

Alla vigilia del Mundial in Spagna, il mio Honduras era una delle squadre di cui si poteva ridere. Gli articoli che raccontavano di noi, parlavano di stregoni, filtri magici e Maradona d'ebano. Due settimane dopo diventammo un fastidio, un fastidio di cui liberarsi. Come l'Algeria, che poteva fare fuori la Germania. Come il Camerun, che poteva fuori l'Italia. Noi avevamo addirittura osato intralciare il passo dei padroni di casa, 1-1 a Valencia all'esordio: la notte che passò alla storia come l'Hondurazo.

 

Pareggiammo anche la seconda contro l'Irlanda del Nord e perciò arrivammo incredibilmente alla terza partita con la Jugoslavia, con la possibilità intatta di avanzare alla fase successiva. Prima di ogni partita, all'ingresso in campo, avevamo l'abitudine di lanciare dei garofani tra il pubblico. Fino ai garofani andò tutto bene, il problema nacque con i risultati.

 

La Jugoslavia aveva in attacco campioni come Surjak, Susic, Petrovic. Ma contro di noi il migliore in campo fu Pantelic. Il loro portiere. Arrivammo davanti a lui con l'uomo smarcato per quattro volte. L'arbitro, un cileno, fu bravissimo a guidare la partita in un certo modo. Facemmo tutto quello che ci venne consentito. Fino a due minuti dalla fine. Quando Sestic saltò in dribbling tre difensori e appena arrivato in area non fece niente per rimanere in piedi. Stava cadendo già prima che lo mandassero giù. Rigore. Un disastro. Ero così distrutto che sul tiro non mi buttai nemmeno. Petrovic appoggiò in porta il gol che non serviva a nessuno: né alla Jugoslavia né a noi. La Spagna, perdendo a Valencia con l'Irlanda del Nord, passava comunque il turno. Miljanic, il ct jugoslavo, disse che si vergognava e che se avessimo vinto noi non ci sarebbe stato proprio niente di male. Daniel Matamoros, capo della nostra delegazione, ai giornalisti raccontò che ci avevano eliminato gli arbitri. 

 

Uscimmo dal Mundial avendo subito tre gol di cui due su rigore. Io finii il mio torneo disteso con la faccia nel prato, immerso nel pianto e nella disperazione. Non era rigore, quello, ve lo dico io. Lo dico ancora oggi quando guardo e riguardo le immagini. Ripenso al mio Honduras, ai gol mangiati contro la Jugoslavia. Avevamo qualità, questo lo so, ma a volte nel calcio è molto meglio avere fortuna.

 

Julio%20C%C3%A9sar%20Arz%C3%BA%20w.jpg


Messaggio modificato da Antipatico, Ieri, 10:41


#12 BiancoeNero

BiancoeNero

    Rancoroso

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 43007 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Interessi:Juventus

Inviato Ieri, 13:41

sono un po avaro di scrittura e dico che per me il ricordo che identifica quel mondiale (1982 anche i numeri sono belli letti e scritti) si racchiude in una sola parola: EMOZIONE, che emozione quella dolce e calda estate del 1982 (vidi l intero mondiale nel garage del meccanico, tonino, nel cortile sotto casa, avevo 9 anni e tanta voglia di giocare a pallone. Ero innamorato pazzo della pelota.
Grazie ancora campioni, grazie Campioni.

Grazie bearzot!

#13 Antipatico

Antipatico

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4183 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:Busto Arsizio (VA)

Inviato Oggi, 09:15

25 giugno 1982

 

Per qualcuno fu stretto solo un patto di non belligeranza; per altri fu un "biscotto"; per tanti una vera e propria truffa. Oggi si ricorda:

 

La Vergogna di Gijon

 

Spagna '82, Germania Ovest-Austria 1-0. Una delle pagine più scandalose nella storia dei mondiali. Gijon, 25 giugno 1982: la vittima si chiama Algeria. Gli africani, trascinati da Madjer e Belloumi, sono la rivelazione del girone e hanno già battuto Germania e Cile, perdendo solo con l'Austria. Ai tedeschi serve una vittoria per passare, qualsiasi altro risultato li condannerebbe. Gli austriaci, praticamente già qualificati al secondo turno, sono così teneri che si tagliano con un grissino: segna Hrubesch al 10', seguono 80 minuti di melina. Un commentatore tedesco si rifiuta di proseguire la telecronaca, il collega di Vienna invita gli spettatori a spegnere le tv, il pubblico spagnolo in tribuna urla "Fuera! Fuera!" mentre i tifosi algerini sventolano provocatoriamente banconote all'indirizzo dei giocatori in campo. La FIFA rifiuta di aprire un'inchiesta ufficiale ma, a partire da Messico '86, le ultime gare dei gironi verranno giocate in contemporanea.

 

maxresdefault.jpg



#14 Edgar 74

Edgar 74

    capitano

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 75291 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:Nampara, Cornovaglia
  • Interessi:Evitare il fuoco amico

Inviato Oggi, 10:20

A me piacerebbe anche ricordare le cose belle di quel mondiale, che furono poi la stragrande maggioranza.



#15 Antipatico

Antipatico

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4183 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:Busto Arsizio (VA)

Inviato Oggi, 11:08

A me piacerebbe anche ricordare le cose belle di quel mondiale, che furono poi la stragrande maggioranza.

Ma infatti gli episodi sopra citati non intendono "infangare" la memoria di quel Mondiale, che per me resta il più bello di tutti quelli cui ho finora potuto assistere  rolleyes:  Li ho citati solo a titolo di curiosità.

 

Da lunedì vedremo comunque di rievocare anche altri episodi: ma il campo è libero, e se vuoi anche tu puoi portare il tuo contributo ;) . 






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi