Vai al contenuto

Benvenuti sul nostro Forum!

Accedi o Registrati per avere pieno accesso alla nostra community bianconera.

Foto
- - - - -

"il Piů Grande Giocatore Del Mondo? Pelč. Č Stato Pelč"

Pelč

  • Per cortesia connettiti per rispondere
59 risposte a questa discussione

#1 gildo75

gildo75

    Prima Squadra

  • Coordinatore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 32081 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 25 ottobre 2020 - 09:25

Il più grande? Pelè!
Pel.jpg

 

 di F. Del Re

"Babbo, chi è stato il più grande giocatore del mondo? Pelè. È stato Pelè"
 
Basterebbe l'incipit sopra per descrivere Pelè, Edson Arantes Do Nascimento. Ero un bambino quando iniziai ad affacciarmi curioso e affascinato sul mondo del calcio, sui suoi mille colori, sulle sue mille bandiere, su quei personaggi tutti diversi, ma meravigliosamente tutti uguali su un campo da calcio: biondi, mori, coi capelli lunghi o corti, coi baffi o senza, con la barba, con la pelle chiara, con la pelle scura. I mondiali di Spagna erano appena terminati con la vittoria probabilmente più bella nella storia della nostra nazionale e la mia sete di notizie, la mia voracità onnivora nell'apprendere storie, dati, immagini un giorno mi fece porre a mio padre una domanda tanto semplice quanto enorme: "babbo, chi è stato il più grande giocatore del mondo?"
 
Oggi quel giocatore ha ottant'anni. È del tutto inutile descriverne le gesta; tutti le conoscono. È del tutto inutile elencarne i record; tutti li conoscono. È persino inutile fare confronti con altri fenomeni, passati ed attuali, per mille e mille motivi; che tutti conoscono. Quello che è interessante di Pelè è il perdurare del suo mito, del suo fascino, della straordinaria equazione: il più grande di tutti uguale: Pelè. Capace di ogni cosa a livello tecnico, fu grandissimo colpitore di destro, il suo piede naturale, di sinistro e persino di testa, lui che un gigante non è. Fu velocissimo nello stretto, come sull'allungo. Fu rapidissimo di testa prima che di piedi. Fu straordinario realizzatore, rifinitore, accentratore e dispensatore di palloni e di idee. Fu qualcosa di talmente straordinario per la completezza del proprio repertorio che mai più nessuno è stato a lui paragonabile. Forse solo Cristiano Ronaldo possiede oggi questa completezza di mezzi straordinari. Ma Pelè era forse qualcosa di ancora di più a livello tecnico, palla al piede. Un dribbling unico, irripetibile, massima esaltazione di una cultura popolare calcistica che fonda e si fonde con mille cose diverse, con mille tradizioni che derivano quasi tutte dall'Africa; come la Ginga, elemento filosofico base della capoeira che sta alla base anche del Futebol Bailado. Una cultura che, come molto spesso succede a chi devia da tradizioni e riti consolidati, veniva considerata inadatta al risultato. Lui e chi come lui fu capace di esaltarne le qualità oltre i limiti la elevò, invece, a mito invincibile. Il bello che diventa utile. L'utile che si raggiunge attraverso il bello. Una cosa meravigliosa, ad oggi ancora ammirata e studiata.
 
Due giorni fa è stato il tuo compleanno O Rei; O Rei do Futebol, A Peròla Negra. Edson, Arantes, Do Nascimento. Seppur con due giorni di ritardo: Buon compleanno Pelè.

 

http://www.giulemani...lio.asp?id=6088



#2 vilostra

vilostra

    Rancoroso serie C

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6262 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:abruzzo

Inviato 25 ottobre 2020 - 09:59

Ogni epoca ha il suo campione ma Pelè lo è stato a cavallo degli anni 60/70 e lo rimarrà per sempre. Aiguri campione.

L'unico appunto che gli si potrà muovere è che non si è confrontato con altro calcio se non quello brasiliano, ricordiamo che il Trap non gli fece vedere palla.



#3 U' SCHIFIU

U' SCHIFIU

    Giovanissimi

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 154 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:EI FU GALA

Inviato 25 ottobre 2020 - 11:35

d

 

Ogni epoca ha il suo campione ma Pel è lo è stato a cavallo degli anni 60/70 e lo rimarrà per sempre. Aiguri campione.

L'unico appunto che gli si potrà muovere è che non si è confrontato con altro calcio se non quello brasiliano, ricordiamo che il Trap non gli fece vedere palla.

e' sempre difficile fare classifiche sui piu grandi perche' negli anni e' cambiato il calcio, il calciatore e' piiu atleta, in pratica e' impossibile nel calcio e in molti altri sport( se non tuttI)

Con Pele possono giocarsela Maradona, cruyff , messi. come minimo  e per ciascuno di loro si possono trovare   pregi e difetti ( sempre che ce ne siano) rispetto alla carriera degli altri.



#4 Coolguy

Coolguy

    Primavera

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1162 messaggi

Inviato 25 ottobre 2020 - 12:25

Il piu' grande dell'era moderna??

CR7

#5 U' SCHIFIU

U' SCHIFIU

    Giovanissimi

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 154 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:EI FU GALA

Inviato 25 ottobre 2020 - 13:10

Il piu' grande dell'era moderna??

CR7

beh... qualche lustro dietro , c'e' stato un tale van basten, purtroppo fermatosi troppo presto per i guai fisici, ma attaccante mostruosamente meraviglioso



#6 BiancoeNero

BiancoeNero

    Rancoroso

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 42133 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Interessi:Juventus

Inviato 25 ottobre 2020 - 14:40

Sivori

#7 marcolanc

marcolanc

    Squadrista, Rancoroso, Ultrŕ, Tifoso di Serie C

  • Coordinatore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 41763 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:Bourgogne

Inviato 25 ottobre 2020 - 16:07

Mi piacerebbe avere la macchina del tempo per poterlo vedere dal vivo.

#8 Manuju

Manuju

    Gaetano Scirea unico grande vero juventino. LA LEGGENDA

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22473 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:San Severo (Foggia)
  • Interessi:I miei figli,Le belle donne,la Juve,la musica,la buona cucina:

Inviato 25 ottobre 2020 - 16:42

tutti lo dicono

io non l'ho vissuto per ovvie ragioni anagrafiche 

però penso non sia facile decretare il migliore in assoluto:

Le epoche diverse

distinguono il modo di lavorare,il modo di allenarsi,la struttura dei campi

la tecnologia che ti dice tutto quello che va o non va a livello fisico,che poi può anche essere una cavolata:

Quello di Pelè era magari un calcio diverso.....più lento più fisico ma più naturale.come allenamento,fatto forse senza integratori o senza attrezzi particolari.....

Oggi c'è più velocitò più tecnica meno botte o più botte no io penso che poi il fatto che abbia sempre e solo giocato in Brasile non lo qualifichino come il numero uno di sempre.

Per me è quel ragazzo di Madeira che veste la maglia numero 7 della mia squadra del cuore:



#9 vivamontero

vivamontero

    Prima Squadra

  • Redattori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8132 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 25 ottobre 2020 - 18:55

Con l'età ho cominciato a farmi le mie idee e a pensare che è impossibile paragonare campioni di epoche diverse.
Preferisco però quello che mi diceva mio papà: Pelé e appena sotto Sivori,Di Stefano e Cruyff. Di quelli che ho visto io: Maradona poi Van Basten con Platini,Zidane,Cr7,Messi e Zico.
P.s1 Tolgo volontariamente il goffo scenditore di scalette d'aereo
P.s2 Mio papà li ha visti tutti e due e ha sempre detto che Sivori era più forte di Maradona per cui per lui il podio era Pelé, Sivori, Maradona.
P.s3 Zico in Brasile è l'unico che paragonano a Pelé.

#10 vivamontero

vivamontero

    Prima Squadra

  • Redattori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8132 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 25 ottobre 2020 - 19:02

Dalle immagini che ho visto io in un epoca in cui passeggiavano rispetto ad ora Pelé sembrava andare alla velocità di quelli di adesso.
Resto coi miei sogni da bambino e quando mio figlio mi chiederà chi è stato il più forte di sempre gli dirò: Pelé.
Per adesso se gli chiedi chi è il più forte del mondo dice Ronaldo. E la squadra? La juve. E l'Inter? Cacca. Credo che sto facendo un buon lavoro...

#11 Geppo68

Geppo68

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2379 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 25 ottobre 2020 - 19:10

Pelè non l'ho visto, però ha giocato solo in Brasile, ed è un calcio diverso da quello europeo. Per quel che ho visto io, e parlo dal 1977 in avanti, devo ammettere che il più forte mai visto in campo è il drogato argentino. Pessima persona ma palla al piede faceva quello che voleva. Poi a giocarsi il secondo posto, in ordine sparso, Platini, Zidane, Van Basten, Ibrahimovic.

#12 iena

iena

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13040 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 25 ottobre 2020 - 19:24

tutti lo dicono
io non l'ho vissuto per ovvie ragioni anagrafiche 
però penso non sia facile decretare il migliore in assoluto:
Le epoche diverse
distinguono il modo di lavorare,il modo di allenarsi,la struttura dei campi
la tecnologia che ti dice tutto quello che va o non va a livello fisico,che poi può anche essere una cavolata:
Quello di Pelè era magari un calcio diverso.....più lento più fisico ma più naturale.come allenamento,fatto forse senza integratori o senza attrezzi particolari.....
Oggi c'è più velocitò più tecnica meno botte o più botte no io penso che poi il fatto che abbia sempre e solo giocato in Brasile non lo qualifichino come il numero uno di sempre.
Per me è quel ragazzo di Madeira che veste la maglia numero 7 della mia squadra del cuore:

Non rispondo a te in particolare ma in generale a quanti: "Non si è mai confrontato con altro calcio che quello brasiliano ".
Lo ha fatto e rifatto facendo da catalizzatore per una squadra, il Brasile, che rimarrà scolpita per sempre nella storia del calcio:inarrivabile.

E per quelli del trap che...: Italia- Brasile 1-4.E Pelé ha saltato su di loro.

Pelé è stato Maradona con il cervello.
Se un genio mi dicesse:"scegli il tuo modello". Pelé ora e sempre: semplicemente il calcio.


Buon compleanno.

Messaggio modificato da iena, 25 ottobre 2020 - 19:25


#13 U' SCHIFIU

U' SCHIFIU

    Giovanissimi

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 154 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:EI FU GALA

Inviato 25 ottobre 2020 - 19:29

Non rispondo a te in particolare ma in generale a quanti: "Non si è mai confrontato con altro calcio che quello brasiliano ".
Lo ha fatto e rifatto facendo da catalizzatore per una squadra, il Brasile, che rimarrà scolpita per sempre nella storia del calcio:inarrivabile.

E per quelli del trap che...: Italia- Brasile 1-4.E Pelé ha saltato su di loro.

Pelé è stato Maradona con il cervello.
Se un genio mi dicesse:"scegli il tuo modello". Pelé ora e sempre: semplicemente il calcio.

Non si può celebrare come il poi grande chi non abbia affrontato la Squadra più forte di sempre
Marchisio
Colombo Dainese brilli borgo© boggio
Palazzese pillon tarasconi ferretti telesio
All Sergio Carpanese de migiaina

#14 marcolanc

marcolanc

    Squadrista, Rancoroso, Ultrŕ, Tifoso di Serie C

  • Coordinatore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 41763 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:Bourgogne

Inviato 25 ottobre 2020 - 19:43

Comunque tra i più forti di sempre non trascurerei Luther Blisset.

#15 iena

iena

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13040 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 25 ottobre 2020 - 20:06

Non si può celebrare come il poi grande chi non abbia affrontato la Squadra più forte di sempre
Marchisio
Colombo Dainese brilli borgo© boggio
Palazzese pillon tarasconi ferretti telesio
All Sergio Carpanese de migiaina


Gala esci da li rotfl:

Comunque tra i più forti di sempre non trascurerei Luther Blisset.


Una spanna sopra a Mark Hateley che era pur sempre un fenomeno.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi