Vai al contenuto

Benvenuti sul nostro Forum!

Accedi o Registrati per avere pieno accesso alla nostra community bianconera.

Foto

Tomas Rincon (#28)


  • Discussione bloccata Questa discussione è bloccata
100 risposte a questa discussione

#1 paola

paola

    Kapa

  • Amministratore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 123045 messaggi
  • Sesso:Femmina

Inviato 06 gennaio 2017 - 09:35

Tomas Rincon

 

rincon.jpg

 

di L. Burzio

 

EL GENERAL! 

Tomas Eduardo Rincon Hernandez ribattezzato "El General" per il suo continuo dare suggerimenti ai compagni durante le partite e la sua propensione ad essere leader in campo e nello spogliatoio è il primo rinforzo del mercato invernale della Juventus che dopo aver vinto la concorrenza della Roma si è assicurata le prestazioni del calciatore ex Genoa.

Il ragazzo arriva a Torino firmando un contratto che lo legherà ai colori bianconeri fino al 2020 e per acquistarlo a titolo definitivo la Juventus ha sborsato una cifra vicina agli otto milioni di euro più uno di bonus legato ai risultati conseguiti durante gli anni del contratto. Il Genoa di Preziosi quindi grazie a questa operazione realizza una buona plusvalenza visto che aveva preso il giocatore a parametro zero. 

Rincon è nato nel 1988 a San Cristobal in Venezuela nazionale del quale da qualche anno è il capitano dopo aver esordito nel 2008 agli ordini del C.T Farias nella Copa America 2011 nel quale il ragazzo è protagonista dell'ottimo quarto posto della sua nazionale tanto da essere nominato miglior giocatore del torneo.
La sua carriera comincia nelle giovanili del Maracaibo per poi proseguire sempre in Venezuela con il Zamora ed il Deportivo Tachira ma la vera svolta arriva nel 2009 quando passa all'Amburgo dove giocherà nelle successive sei stagioni disputando oltre cento presenze tra Bundesliga ed Europa League senza però vincere nulla e non riuscendo a segnare nemmeno un gol.
Nel 2014 arrivato a scadenza di contratto passa al Genoa dove trova il primo gol della sua carriera ma soprattutto dove si mette in mostra per la grande grinta che dimostra in mezzo al campo che lo fa assomigliare (secondo alcuni addetti ai lavori) a Gennaro Gattuso.

Tatticamente Rincon è un centrocampista centrale con buona duttilità ed in grado di giocare in qualunque posizione del centrocampo che sia a due o a tre uomini anche se il ruolo che interpreta nel migliore dei modi è quello di mediano d'interdizione vista la sua bravura nel recuperare palloni e nello spezzare il gioco avversario. 
Saltuariamente ha giocato anche come terzino destro oppure come esterno in un centrocampo a cinque ma per farlo rendere al meglio è preferibile schierarlo in mezzo al campo e sfruttare i suoi muscoli, la sua corsa e la grinta che mette su tutti i palloni.

In questa Juventus Rincon aggiunge sicuramente sagacia tattica, muscoli in mezzo al campo e forza mentale che Allegri dovrà sfruttare nel migliore dei modi cercando di inserire da subito il ragazzo visto che a breve Lemina partirà per la Coppa d'Africa lasciando in emergenza il centrocampo per tutto il mese di Gennaio.
Dopo la qualità da cercare in Khedira, Marchisio e soprattutto Pjanic in mezzo arriva anche la quantità nella speranza che possa essere utile per la conquista del sesto tricolore consecutivo per il proseguimento del cammino in Champions League e Coppa Italia.

Benvenuto Generale! 

 

http://www.giulemani...lio.asp?id=4978

 



#2 nicola 79

nicola 79

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19119 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Interessi:topine,JUVENTUS e barricati vari

Inviato 06 gennaio 2017 - 09:59

Benvenuto :tifoso:

#3 Whyborn

Whyborn

    Solo le cose serie hanno il diritto di essere trattate come tali

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15512 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:L'altro ramo del lago di Como

Inviato 06 gennaio 2017 - 10:12

Immagini semiufficiali

 

31762202240_9fd37de884_b.jpg

foto espressonapoletano



#4 Geppo68

Geppo68

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2209 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 06 gennaio 2017 - 10:18

Bienvenido, El General!

#5 Manuju

Manuju

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10028 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Interessi:La mia famiglia,mia moglie...Calcio,e musica

Inviato 06 gennaio 2017 - 10:19

Immagini semiufficiali

 

31762202240_9fd37de884_b.jpg

foto espressonapoletano

Chi? I Napoletani che hanno in rosa...

 

Nghoulammamm't

 

Allanmdchiteviv.....tanto per non dire l'altro.



#6 Milena

Milena

    Prima Squadra

  • Special Fantacalcio
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 55680 messaggi
  • Sesso:Femmina
  • Luogo:Potenza

Inviato 06 gennaio 2017 - 10:19

Benvenuto  sciarpa:  sciarpa:  sciarpa:



#7 Manuju

Manuju

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10028 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Interessi:La mia famiglia,mia moglie...Calcio,e musica

Inviato 06 gennaio 2017 - 10:21

Cmq Benvenuto Tomas....non eri il mio sogno ma sei un calòciatore della Juve quindi da Juventino sfegatato quale sono non posso che augurarti il meglio.

 

Fantascienza...Juve che batte in finale di Champions il Real Madrid con una doppietta di Rincon...... :2indiscoteca:



#8 Whyborn

Whyborn

    Solo le cose serie hanno il diritto di essere trattate come tali

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15512 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:L'altro ramo del lago di Como

Inviato 06 gennaio 2017 - 10:34

Cmq Benvenuto Tomas....non eri il mio sogno ma sei un calòciatore della Juve quindi da Juventino sfegatato quale sono non posso che augurarti il meglio.

 

Fantascienza...Juve che batte in finale di Champions il Real Madrid con una doppietta di Rincon...... :2indiscoteca:

Lo spero bene!



Cmq Benvenuto Tomas....non eri il mio sogno ma sei un calòciatore della Juve quindi da Juventino sfegatato quale sono non posso che augurarti il meglio.

 

Fantascienza...Juve che batte in finale di Champions il Real Madrid con una doppietta di Rincon...... :2indiscoteca:

Certo che le tue notti sono tormentate forte! :barby:



#9 Milena

Milena

    Prima Squadra

  • Special Fantacalcio
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 55680 messaggi
  • Sesso:Femmina
  • Luogo:Potenza

Inviato 06 gennaio 2017 - 10:46

:D



#10 SHOVELHEAD

SHOVELHEAD

    HD

  • Redattori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3072 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Interessi:Tanti: non vedo l'ora di andare in pensione per aver tempo per tutti

Inviato 06 gennaio 2017 - 11:16

Ha l'aspetto di uno che ha alcuni cromosomi simili a quelli di Paolo Montero. Col Genoa ci fece  dannare: giocasse sempre così...



#11 Manuju

Manuju

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10028 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Interessi:La mia famiglia,mia moglie...Calcio,e musica

Inviato 06 gennaio 2017 - 11:41

Lo spero bene!



Certo che le tue notti sono tormentate forte! :barby:

Pura immaginazione!!!!!



#12 6forever

6forever

    Giovanissimi

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 284 messaggi

Inviato 06 gennaio 2017 - 12:23

Benvenuto Tomas.



#13 gildo75

gildo75

    Prima Squadra

  • Coordinatore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 27136 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 06 gennaio 2017 - 12:43

Cmq Benvenuto Tomas....non eri il mio sogno ma sei un calòciatore della Juve quindi da Juventino sfegatato quale sono non posso che augurarti il meglio.

 

Fantascienza...Juve che batte in finale di Champions il Real Madrid con una doppietta di Rincon...... :2indiscoteca:

Ha ditt 'o maestro Joda: "Posa il fiasco, manujù, posa il fiasco". asdciao:



#14 ONORE ALLA TRIADE

ONORE ALLA TRIADE

    GIŁ LE MANI DALLA JUVE!

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 47928 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:Giulemani City
  • Interessi:JUVENTUS
    GIUleMANIdallaJUVE

Inviato 06 gennaio 2017 - 13:08

RINCON a JTV: "La Juve è una famiglia, sono qui per vincere"

Al termine della conferenza stampa, Tomas Rincon si è trasferito negli studi di JTV per rispondere alle domande dei colleghi del canale tematico bianconero e dei tifosi. Tuttojuve.com ha ripreso in diretta le sue dichiarazioni:

Ci racconti le tue emozioni?
"Sono cose che non posso descrivere, perchè sono tante cose che sento dentro, perchè comunque ho lavorato tantissimo per arrivare qua. Poi per me è un sogno, un orgoglio essere qua, cercherò sempre di rendere onore a questa maglia, di lavorare tanto e cercare di vincere tanto".

La Juve adesso ha 30 milioni in più di tifosi in Venezuela. Quanto sei orgoglioso di essere il primo giocatore della storia del Venezuela a vestire la maglia della Juventus?
"Molto, molto, perchè so cosa quanto significa questo per il mio Paese, stiamo crescendo come calcio, dobbiamo continuare a crescere, quindi il fatto che io sia qua è molto importante, si apriranno tante porte per i ragazzi. Io sono molto contento di essere venezuelano e di portare la fascia di capitano della mia Nazionale, di essere un punto di riferimento per i giovani".

Quando hai fatto il discorso della leadership in conferenza, hai detto: "Io studio perchè sono il capitano del Venezuela". Tu entri in una squadra piena di capitani. La Juve insomma è un squadra di capitani...
"Sì, perchè quando uno deve affrontare un progetto deve essere comunque preparato. Io sono arrivato giovane ad essere capitano della Nazionale, quindi ho cercato di essere pronto. Poi il fatto che vengo in una squadra dove ci sono tanti giocatori con molta esperienza, per me è un onore, che hanno vinto tanto, per me è un onore, cercherò di crescere, di imparare tante cose da loro e di mettermi a disposizione della società, dello staff e della squadra".

Il tuo connazionale Juan Arango, quando hai fatto le visite con la Juventus, ti ha voluto fare i complimenti. Ha scritto: "Io te l'avevo detto che prima o poi saresti finito in una grande squadra". E lui è un simbolo del calcio venezuelano...
"Sì, è vero, lui è stato il primo a buttare fuori queste porte che c'erano per i giocatori del mio Paese, il calcio da 10-12 anni a questa parte stava crescendo, ma prima non era il prmo sport. Quindi lui ha iniziato con tanto talento, con tanto lavoro a buttare fuori tutto questo. Lui era uno dei miei idoli quando andavo a fare il raccattapalle. Siamo diventati molto amici, lui quando era in Germania stavamo sempre insieme e mi rendono orgoglioso queste parole perchè è vero che lui mi aveva detto che la Serie A era un campionato dove potevo fare molto bene per le mie caratteristiche, per poi arrivare in una squadra molto importante".

Cosa ti ha colpito quando sei arrivato a Vinovo?
"La prima sensazione è che arrivavo in un posto dove c'era tanta ....non so come si dice in italiano... gerarchia, che c'era tanta gente importante, che in tutto quello che c'era lì dentro c'era tanta storia dietro, quindi mi ha fatto un'impressione importante. Conoscere i miei compagni, tanti campioni, che hanno vinto tanto, che prima magari guardavo in tv e adesso sono accanto a loro, quindi adesso sono contento".

Che Juve hai visto prima del tuo arrivo e cosa ti auguri ora?
"Ho visto una squadra che fa tutto per vincere e questo è stato uno dei principali motivi per i quali sono qui, perchè voglio vincere, mi piace lavorare per vincere. E' una squadra molto organizzata, che trasmette la sensazione di essere una famiglia, quindi questo è veramente un sogno".

Cosa ti piace del tuo modo di giocare a calcio? Tu sei nato calcisticamente sulla strada come tanti sudamericani?
"Sì, sono nato sulla strada, è vero. Mi piace giocare ad alta intensità, mi piace giocare il pallone, convertire subito l'azione da difensiva a offensiva, mi piace giocare con il cuore perchè comunque quando mi identifico in una cosa do sempre tutto. Poi mi metto a disposizione della squadra per imparare perchè sicuramente ci sono tante cose da imparare, da migliorare e sono qua per quello".

Tu hai giocato tante grandi partite a livello internazionale, hai affrontato Messi. Senti profumo di Champions?
"Sì, è uno dei motivi per cui ho sempre lavorato, mi piace la Champions, voglio giocare, voglio andare più avanti possibile con la Juventus. E niente, sono molto contento per quello. E' vero che ho giocato tante partite in Nazionale, magari sono 80, non so quante sono, e sono contento. Penso di avere una buona età per continuare a fare tanta strada, ad aiutare i ragazzi, prima poi il nostro Paese deve giocare una Coppa del Mondo".

Ma nello spogliatoio della Juve c'è una piccola Coppa America: brasiliani, argentini, colombiani...adesso tu...
"I ragazzi che ho affrontato sono ragazzi forti, è sempre stato bello affrontarli perchè sono giocatori importanti a livello mondiale nelle loro nazionali. Ieri sono stato per la prima volta con il Pipita, Cuadrado prima, Dybala... grandi giocatori e sono contento di conoscerli. Speriamo di andare avanti per tanto tempo".

L'anno scorso hai fatto tre reti. Sei centrocampista difensivo, di corsa, ma qualche gol importante in carriera lo hai fatto. Come ti immagini il primo gol con la Juve?
"Magari con una respnta fuori area, occhi chiusi e all'angolino (ride, ndr). L'anno scorso sono riuscito a fare tre gol, qualche assist, quindi abbastanza bene, anche perchè facevo comunque un altro ruolo che mi aveva dato mister Gasperini in quel momento. E' vero che per tanti anni nella mia carriera ho giocato davanti alla difesa, quindi è un po' più difficile arrivare al tiro, arrivare alla conclusione. Ma non è una cosa che mi fa impazzire, se faccio dei gol bene, altrimenti cerco di fare il mio".

Io sono stato in Venezuela 20 anni fa (domanda del giornalista di JTV Paolo Rossi, ndr) e mi colpì vedere i bimbi sulla spiaggia giocare a baseball e sognare l'America. Adesso magari giocano a calcio e sognano la Juve...
"Sì, questo è vero, perchè anche io ho mio cugino che ha giocato a baseball e mi piace anche il baseball. Però da qualche anno la Lega ha iniziato a credere di più nel calcio, è iniziato a piacere di più il calcio, sono più i bambini che giocano nella strada a calcio e che comunque sognano di diventare il prossimo Juan Arango, Salomon Rondon, Tomas Rincon, per questo noi siamo orgogliosi e lavoriamo per aprire spazi".

Un messaggio ai tifosi della Juve...
"In questi pochi giorni mi hanno fatto sentire molto contento, l'affetto che mi hanno dimostrato è importante, bello. Voglio solo dire che sono qua per lavorare, per dare magari una mano e cercare di vincere tante cose insieme"

tuttojuve
http://www.tuttojuve...-vincere-351749

#15 ONORE ALLA TRIADE

ONORE ALLA TRIADE

    GIŁ LE MANI DALLA JUVE!

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 47928 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:Giulemani City
  • Interessi:JUVENTUS
    GIUleMANIdallaJUVE

Inviato 06 gennaio 2017 - 13:08

RINCON a JTV: "La Juve è una famiglia, sono qui per vincere"

Al termine della conferenza stampa, Tomas Rincon si è trasferito negli studi di JTV per rispondere alle domande dei colleghi del canale tematico bianconero e dei tifosi. Tuttojuve.com ha ripreso in diretta le sue dichiarazioni:

Ci racconti le tue emozioni?
"Sono cose che non posso descrivere, perchè sono tante cose che sento dentro, perchè comunque ho lavorato tantissimo per arrivare qua. Poi per me è un sogno, un orgoglio essere qua, cercherò sempre di rendere onore a questa maglia, di lavorare tanto e cercare di vincere tanto".

La Juve adesso ha 30 milioni in più di tifosi in Venezuela. Quanto sei orgoglioso di essere il primo giocatore della storia del Venezuela a vestire la maglia della Juventus?
"Molto, molto, perchè so cosa quanto significa questo per il mio Paese, stiamo crescendo come calcio, dobbiamo continuare a crescere, quindi il fatto che io sia qua è molto importante, si apriranno tante porte per i ragazzi. Io sono molto contento di essere venezuelano e di portare la fascia di capitano della mia Nazionale, di essere un punto di riferimento per i giovani".

Quando hai fatto il discorso della leadership in conferenza, hai detto: "Io studio perchè sono il capitano del Venezuela". Tu entri in una squadra piena di capitani. La Juve insomma è un squadra di capitani...
"Sì, perchè quando uno deve affrontare un progetto deve essere comunque preparato. Io sono arrivato giovane ad essere capitano della Nazionale, quindi ho cercato di essere pronto. Poi il fatto che vengo in una squadra dove ci sono tanti giocatori con molta esperienza, per me è un onore, che hanno vinto tanto, per me è un onore, cercherò di crescere, di imparare tante cose da loro e di mettermi a disposizione della società, dello staff e della squadra".

Il tuo connazionale Juan Arango, quando hai fatto le visite con la Juventus, ti ha voluto fare i complimenti. Ha scritto: "Io te l'avevo detto che prima o poi saresti finito in una grande squadra". E lui è un simbolo del calcio venezuelano...
"Sì, è vero, lui è stato il primo a buttare fuori queste porte che c'erano per i giocatori del mio Paese, il calcio da 10-12 anni a questa parte stava crescendo, ma prima non era il prmo sport. Quindi lui ha iniziato con tanto talento, con tanto lavoro a buttare fuori tutto questo. Lui era uno dei miei idoli quando andavo a fare il raccattapalle. Siamo diventati molto amici, lui quando era in Germania stavamo sempre insieme e mi rendono orgoglioso queste parole perchè è vero che lui mi aveva detto che la Serie A era un campionato dove potevo fare molto bene per le mie caratteristiche, per poi arrivare in una squadra molto importante".

Cosa ti ha colpito quando sei arrivato a Vinovo?
"La prima sensazione è che arrivavo in un posto dove c'era tanta ....non so come si dice in italiano... gerarchia, che c'era tanta gente importante, che in tutto quello che c'era lì dentro c'era tanta storia dietro, quindi mi ha fatto un'impressione importante. Conoscere i miei compagni, tanti campioni, che hanno vinto tanto, che prima magari guardavo in tv e adesso sono accanto a loro, quindi adesso sono contento".

Che Juve hai visto prima del tuo arrivo e cosa ti auguri ora?
"Ho visto una squadra che fa tutto per vincere e questo è stato uno dei principali motivi per i quali sono qui, perchè voglio vincere, mi piace lavorare per vincere. E' una squadra molto organizzata, che trasmette la sensazione di essere una famiglia, quindi questo è veramente un sogno".

Cosa ti piace del tuo modo di giocare a calcio? Tu sei nato calcisticamente sulla strada come tanti sudamericani?
"Sì, sono nato sulla strada, è vero. Mi piace giocare ad alta intensità, mi piace giocare il pallone, convertire subito l'azione da difensiva a offensiva, mi piace giocare con il cuore perchè comunque quando mi identifico in una cosa do sempre tutto. Poi mi metto a disposizione della squadra per imparare perchè sicuramente ci sono tante cose da imparare, da migliorare e sono qua per quello".

Tu hai giocato tante grandi partite a livello internazionale, hai affrontato Messi. Senti profumo di Champions?
"Sì, è uno dei motivi per cui ho sempre lavorato, mi piace la Champions, voglio giocare, voglio andare più avanti possibile con la Juventus. E niente, sono molto contento per quello. E' vero che ho giocato tante partite in Nazionale, magari sono 80, non so quante sono, e sono contento. Penso di avere una buona età per continuare a fare tanta strada, ad aiutare i ragazzi, prima poi il nostro Paese deve giocare una Coppa del Mondo".

Ma nello spogliatoio della Juve c'è una piccola Coppa America: brasiliani, argentini, colombiani...adesso tu...
"I ragazzi che ho affrontato sono ragazzi forti, è sempre stato bello affrontarli perchè sono giocatori importanti a livello mondiale nelle loro nazionali. Ieri sono stato per la prima volta con il Pipita, Cuadrado prima, Dybala... grandi giocatori e sono contento di conoscerli. Speriamo di andare avanti per tanto tempo".

L'anno scorso hai fatto tre reti. Sei centrocampista difensivo, di corsa, ma qualche gol importante in carriera lo hai fatto. Come ti immagini il primo gol con la Juve?
"Magari con una respnta fuori area, occhi chiusi e all'angolino (ride, ndr). L'anno scorso sono riuscito a fare tre gol, qualche assist, quindi abbastanza bene, anche perchè facevo comunque un altro ruolo che mi aveva dato mister Gasperini in quel momento. E' vero che per tanti anni nella mia carriera ho giocato davanti alla difesa, quindi è un po' più difficile arrivare al tiro, arrivare alla conclusione. Ma non è una cosa che mi fa impazzire, se faccio dei gol bene, altrimenti cerco di fare il mio".

Io sono stato in Venezuela 20 anni fa (domanda del giornalista di JTV Paolo Rossi, ndr) e mi colpì vedere i bimbi sulla spiaggia giocare a baseball e sognare l'America. Adesso magari giocano a calcio e sognano la Juve...
"Sì, questo è vero, perchè anche io ho mio cugino che ha giocato a baseball e mi piace anche il baseball. Però da qualche anno la Lega ha iniziato a credere di più nel calcio, è iniziato a piacere di più il calcio, sono più i bambini che giocano nella strada a calcio e che comunque sognano di diventare il prossimo Juan Arango, Salomon Rondon, Tomas Rincon, per questo noi siamo orgogliosi e lavoriamo per aprire spazi".

Un messaggio ai tifosi della Juve...
"In questi pochi giorni mi hanno fatto sentire molto contento, l'affetto che mi hanno dimostrato è importante, bello. Voglio solo dire che sono qua per lavorare, per dare magari una mano e cercare di vincere tante cose insieme"

tuttojuve
http://www.tuttojuve...-vincere-351749




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi