Vai al contenuto

Benvenuti sul nostro Forum!

Accedi o Registrati per avere pieno accesso alla nostra community bianconera.

Foto

Calciomercato 2015


  • Per cortesia connettiti per rispondere
1577 risposte a questa discussione

#1 Milena

Milena

    Prima Squadra

  • Special Fantacalcio
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 64512 messaggi
  • Sesso:Femmina
  • Luogo:Potenza

Inviato 08 febbraio 2015 - 09:45

14kh5ax.jpg

 

 

 

2cq01lj.jpg

 

34gn4ph.jpg

 

 

 

2v33fo0.jpg

 

 

1z3tcvc.jpg

 

 

Il Messaggero



#2 giam.ju29ro

giam.ju29ro

    3 Stelle cucite sulla pelle 34 volte Campioni + Undicesima

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3174 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 13 febbraio 2015 - 17:40

Inizia a tingersi di giallo il futuro di Romelu Lukaku, attaccante belga classe '93 dell'Everton. Le parole riportate oggi dal The Sunaprono uno squarcio netto nei rapporti con il club di Liverpool che su di lui ha investito tanto nel corso dell'estate per strapparlo al Chelsea in sede di mercato.

"VOGLIO UN TOP CLUB" - Pagato circa 36 milioni di euro, Lukaku in stagione sta alternando ottime prestazioni ad altre molto sottotono. Il rendimento dei Toffees non sta aiutando la sua definitiva consacrazione e la punta ha confermato la volontà di cambiare aria per puntare ad un top club: "Non ho l'ambizione segreta di tornare al Chelsea, ci sono tanti altri club nel mondo. I voglio solo crescere come giocatore e, eventualmente, arrivare di nuovo in un top club".
C'E' LA JUVE - La Juventus in estate procederà, forzatamente, ad una piccola rivoluzione. Gli addii sempre più probabili diPaul Pogba e, soprattutto, di Fernando Llorente, garantiranno al dg Beppe Marotta un'incredibile disponibilità a livello economico grazie alle notevoli plusvalenze che si registreranno a bilancio. Mino Raiola, agente di Paul Pogba, ed intermediario di mercato che si occupa anche di Lukaku, si è recato più volte a Vinovo nel corso delle ultime settimane per programmare insieme ai bianconeri le prossime mosse di mercato. Per strappare l'attaccante belga all'Everton serviranno almeno 25 milioni di euro, una cifra sostenibile in caso di addio di Llorente e Pogba. Un affare futuribile per cui la Juve è già in pole position.

Calciomercato.com

 



#3 Manuju

Manuju

    Gaetano Scirea unico grande vero juventino. LA LEGGENDA

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21723 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:San Severo (Foggia)
  • Interessi:I miei figli,Le belle donne,la Juve,la musica,la buona cucina:

Inviato 13 febbraio 2015 - 17:43

 

Inizia a tingersi di giallo il futuro di Romelu Lukaku, attaccante belga classe '93 dell'Everton. Le parole riportate oggi dal The Sunaprono uno squarcio netto nei rapporti con il club di Liverpool che su di lui ha investito tanto nel corso dell'estate per strapparlo al Chelsea in sede di mercato.

"VOGLIO UN TOP CLUB" - Pagato circa 36 milioni di euro, Lukaku in stagione sta alternando ottime prestazioni ad altre molto sottotono. Il rendimento dei Toffees non sta aiutando la sua definitiva consacrazione e la punta ha confermato la volontà di cambiare aria per puntare ad un top club: "Non ho l'ambizione segreta di tornare al Chelsea, ci sono tanti altri club nel mondo. I voglio solo crescere come giocatore e, eventualmente, arrivare di nuovo in un top club".
C'E' LA JUVE - La Juventus in estate procederà, forzatamente, ad una piccola rivoluzione. Gli addii sempre più probabili diPaul Pogba e, soprattutto, di Fernando Llorente, garantiranno al dg Beppe Marotta un'incredibile disponibilità a livello economico grazie alle notevoli plusvalenze che si registreranno a bilancio. Mino Raiola, agente di Paul Pogba, ed intermediario di mercato che si occupa anche di Lukaku, si è recato più volte a Vinovo nel corso delle ultime settimane per programmare insieme ai bianconeri le prossime mosse di mercato. Per strappare l'attaccante belga all'Everton serviranno almeno 25 milioni di euro, una cifra sostenibile in caso di addio di Llorente e Pogba. Un affare futuribile per cui la Juve è già in pole position.

Calciomercato.com

 

 

Vi Prego!!! Lukaku nooooooo!!!!!!!!



#4 giam.ju29ro

giam.ju29ro

    3 Stelle cucite sulla pelle 34 volte Campioni + Undicesima

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3174 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 13 febbraio 2015 - 17:45

Vi Prego!!! Lukaku nooooooo!!!!!!!!

non ti aggrada?  :matri:



#5 nazgul79

nazgul79

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9553 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 13 febbraio 2015 - 22:12

E' uno che soffre tantissimo la pressione.

In altre parole, un senzapalle.

#6 Manuju

Manuju

    Gaetano Scirea unico grande vero juventino. LA LEGGENDA

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21723 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:San Severo (Foggia)
  • Interessi:I miei figli,Le belle donne,la Juve,la musica,la buona cucina:

Inviato 14 febbraio 2015 - 12:07

non ti aggrada?  :matri:

Assolutamente........è sopravvalutato...



#7 giam.ju29ro

giam.ju29ro

    3 Stelle cucite sulla pelle 34 volte Campioni + Undicesima

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3174 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 14 febbraio 2015 - 12:24

Assolutamente........è sopravvalutato...

neanche a me a dir il vero eeh  :matri:



#8 giam.ju29ro

giam.ju29ro

    3 Stelle cucite sulla pelle 34 volte Campioni + Undicesima

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3174 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 14 febbraio 2015 - 14:33

Diciannove anni ancora da compiere, il colombiano Tello in patria è già stato ribattezzato come il nuovo Cuadrado ma alla Juventus potrebbe ripercorrere le orme di Zambrotta.

I paragoni per Andres Tello, appena diciannove anni il prossimo settembre, già si sprecano e se un top club come la Juventus ha fatto di tutto per assicurarselo un motivo ci sarà. Di sicuro, poi l'etichetta di nuovo Cuadrado, affibbiata forse troppo frettolosamente al ragazzo in patria, ha contribuito a accendere i riflettori su un calciatore ancora acerbo ma con ampi margini di miglioramento.

oh8wus.jpg

GLI INIZI IN COLOMBIA - Nato come terzino destro, Tello cresce fin da bambino nelle file dell'Evingado, club che lo porta subito in prima squadra e scopre in lui qualità fisiche e aerobiche non indifferenti. La corsa, infatti, di certo non gli manca e ne fa un giocatore capace di giostrare indifferentemente sia in difesa che a centrocampo.
Come tutti i sudamericani predilige la fase offensiva a quella difensiva anche se deve ancora affinare il tiro in porta. Velocità e resistenza, invece, non gli fanno sicuramente difetto. Doti queste che però forse lo rendono più simile al napoletano Zuniga rispetto all'ex ala della Fiorentina.

STILE COMAN - Già nel giro della Colombia Under 20, messosi in luce anche al recente Sudamericano, la Juventus ha bruciato la folta concorrenza prelevandolo con la formula del prestito nel gennaio del 2015. Ma il colombiano si aggregherà alla squadra bianconera solo in Primavera.
A Torino, ovviamente, sperano che il ragazzo bruci le tappe nel minor tempo possibile, magari ripercorrendo le orme del francese Coman e mettendo in difficoltà così il tecnico Allegri dal prossimo giugno.

FUTURO ALLA ZAMBROTTA - Considerato l'attuale modulo utilizzato dalla Juventus sembra probabile che Tello torni alle origini magari ripercorrendo la strada di Gianluca Zambrotta, arrivato in bianconero come esterno d'attacco e riciclato con ottimi risultati nel ruolo di terzino da Lippi.
Il colombiano, d'altronde, terzino ci è nato e solo alcune lacune difensive ne hanno poi consigliato l'avanzamento sulla fascia. Chissà quindi che il lavoro tattico a cui sarà sottoposto a Vinovo non possa riportarlo a quello che era il suo ruolo naturale. Per la soddisfazione del ragazzo ma anche di Allegri, sempre a caccia di un valido ricambio per lo stakanovista Lichtsteiner.

di Lelio Donato - Goal.com 


Messaggio modificato da giam.ju29ro, 14 febbraio 2015 - 14:33


#9 giam.ju29ro

giam.ju29ro

    3 Stelle cucite sulla pelle 34 volte Campioni + Undicesima

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3174 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 17 febbraio 2015 - 15:40

immagine782ow9.jpg

 

 

 

Fonte: express.co.uk (articolo a firma di Bruce Archer)

 

 

 


Dall'Inghilterra - Il Chelsea punta Mauro Icardi per la prossima stagione, sull'argentino anche la Juventus

17.02.2015 - Il termometro del calciomercato è tornato a livelli normali dopo le impennate della sessione invernale, periodo tranquillo, da giugno in poi sarà di nuovo boom. Una trattativa che potrebbe più o meno decollare, resta da capire cosa deciderà l’Inter, è quella relativa a Mauro Icardi. Secondo il Daily Express, Mourinho lo vorrebbe al Chelsea per sostituire Drogba, non è tutto, le indiscrezioni provenienti dall’Inghilterra vedono nella Juventus la principale antagonista nella corsa all’attaccante argentino.

Fonte: tuttojuve.com

 



Calciomercato Inter, dall'Inghilterra: «Icardi tra Chelsea e United. La Juve resta vigile»

Secondo la stampa britannica, la squadra di Mancini potrebbe perdere a giugno un altro tassello in attacco

ROMA, 17 febbraio 2015 - Dopo Osvaldo, l’Inter potrebbe perdere un altro attaccante. Secondo quanto riporta il Mirror, infatti, Manchester United e Chelsea hanno messo nel mirino Icardi. L’argentino, escluso da Mancini nell’ultima trasferta di Bergamo contro l’Atalanta, avrebbe esternato il desiderio di lasciare Milano, stuzzicando anche le fantasie della Juventus. Louis Van Gaal vede nell’argentino il sostituto ideale di Falcao, sempre più vicino ad un ritorno al Monaco, per rilanciare il Manchester United in Premier League ed in Champions Leauge. Di contro, Mourinho, aggiungerebbe al suo attacco un’altra punta importante da affiancare a Diego Costa ed Eden Hazard. Nella corsa all’argentino classe 1993, però, rimane in vantaggio la Juventus, anche se la potenza economica dei due club inglesi può far aprire una vera e propria asta di mercato.

Fonte: corrieredellosport.it

 



Express: Chelsea-Juve-Manchester Utd, 40 milioni per Icardi

17 febbraio 2015 - A dispetto delle dichiarazioni di facciata, sul rinnovo di Mauro Icardi non ci sono ancora certezze. Le qualità dell’attaccante argentino non si discutono, ma il carattere del giocatore in casa Inter non piace, è inutile girarci attorno. Per questo motivo i tabloid inglesi vedono Maurito lontano da Milano, nella fattispecie il Daily Express reputa sulle sue tracce Manchester United, Chelsea e Juventus. La valutazione del cartellino oscilla attorno ai 30 milioni di sterline, corrispondenti a 40 milioni di euro.

Fonte: alfredopedulla.com



#10 giam.ju29ro

giam.ju29ro

    3 Stelle cucite sulla pelle 34 volte Campioni + Undicesima

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3174 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 18 febbraio 2015 - 11:08

Juve, c'è Tello in arrivo: «Un sogno giocare con Tevez»

Il diciottenne colombiano in prestito per 6 mesi con opzione di acquisto dall'Envigado. «Venire in Europa è sempre stato il mio obiettivo, la Juve mi permette di realizzarlo. Buffon e Pirlo i miei idoli»

TORINO, 18 febbraio 2015 - A 18 anni, Andrés Felipe Tello Muñoz realizza il suo sogno, in viaggio per l'Europa dopo aver ultimato alcune questioni burocratiche a Bogotà. Lo aspetta la Juventus. «E' una gioia immensa - dice il colombiano - un sogno che si realizza. Da quando ho iniziato la mia carriera professionale sempre ho avuto come obiettivo giocare in Europa e grazie a Dio ho la possibilità di andare alla Juve - commenta a Fubolred -. Per prima cosa voglio ringraziare la mia famiglia, mamma Claudia, mia sorella Kelly, l'Envigado che mi ha fatto debuttare, i miei compagni: senza di loro questo nn succederebbe. E naturalmente grazie anche ai consigli dei tecnici». Viene a Torino in prestito per 6 mesi con opzione di acquisto.

GLI IDOLI - «Sin da piccolo ammiro i campioni del mondo che giocano in maglia bianconera. Non vedo l'ora di conoscere il tecnico Massimiliano Allegri, Gianluigi Buffon, Paul Pogba, Carlos Tevez, Morata e Andrea Pirlo». Da quando aveva 12 anni era all'Envigado. Questa è una grande svolta per l'esterno destro. «Prima di andare a la Universidad de Antioquia, dove sono stato due anni, è stata la Escuela ‘Sueños de Fútbol’ che mi ha insegnato i fondamentali tecnici. Giovanny Valencia Osorio mi ha insegnato molto, fu come un padre per me». Fondamentale anche il passaggio al Festival Ponyfútbol, che ha lanciato tra gli altri James Rodríguez, Juan Fernando Quintero, Jackson Martínez e Falcao. «Il primo è stato a dieci anni con la squadra El Pinar, poi con Moscú Uno e con l'Envigado». La nostalgia va sconfitta. «Si sentirà perché lì sono stato a casa per tanto tempo. C'è tristezza nell'addio, ma l'importante è uscire dalla porta principale». Juve, sta arrivando. Ma giurano molti non è il nuovo Cuadrado, però promette parecchio. Magari partendo come terzino. Nuovo Lichtsteiner, allora.

Fonte: tuttosport.com (Elvira Erbì)



#11 giam.ju29ro

giam.ju29ro

    3 Stelle cucite sulla pelle 34 volte Campioni + Undicesima

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3174 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 18 febbraio 2015 - 12:04

fm19oh.jpg

 

Se la Juve lo segue, Davide Zappacosta, un motivo c’è. Ovvio. Lo si intuisce vedendo le partite dell’Atalanta (ma anche dell’Under 21), in cui il laterale/esterno 22enne macina chilometri e sforna assist; magari segna pure. Ma lo si percepisce anche leggendo le dichiarazioni del giocatore, ascoltando le sue parole: quell’umiltà di fondo, quella voglia di sentirsi mai arrivato. Gli chiedi scusa per il disturbo, lui ti di dice «ma che disturbo, ben venga: se mi cercate per le interviste vuol dire che sto giocando bene...». Gli chiedi cosa provi ogni volta che il suo nome viene accostato alla Juventus (che lo segue da tempo e ha già gettato le basi per un acquisto, quest’inverno) e lui ti spiega che «sì, è un onore anche perché tutta la mia famiglia è juventina e se dovessi scegliere io, un giorno, sceglierei il club bianconero; ma per ora penso solo a far bene con l’Atalanta e dare il massimo per i tifosi nerazzurri». E ancora, se gli ricordi quel soprannome che si porta appresso fin da ragazzino, “Zambrottino”, lui pone l’accento sul fatto che deve ancora migliorare, crescere, faticare. Ebbene, lui ti dice tutto questo e allora capisci perché la Juventus stia meditando di fare un investimento importante per lui e comprendi anche perché Antonio Conte - uno per cui “ok le qualità, ma senza abnegazione e spirito di sacrificio non vai da nessuna parte” - stia meditando di chiamarlo in Nazionale. «La strada da percorrere è ancora lunga», però, come dice Zappacosta. E bisogna ragionare di partita in partita. La prossima, nello specifico, è una robetta mica da
ridere... proprio contro la Juventus.

Zappacosta, come state vivendo a Bergamo questa settimana di preparazione alla sfida contro la prima della classe?

«Cerchiamo di sfruttare al meglio gli allenamenti, di studiare bene i movimenti degli avversari. Cose che facciamo sempre, ma è chiaro che, dovendo sfidare la Juventus , dobbiamo metterci un occhio di riguardo. Con la Juve, non è mai una sfida come contro le altre».

Neanche per i suoi familiari, a quanto ci risulta.

«Beh, effettivamente, essendo tutti juventini in famiglia... Però non so se riusciranno a venire allo Stadium: i collegamenti da Sora non sono comodissimi. In teoria non è previsto che vengano, anche se non mi stupirebbe che mi facessero una sorpresa».

Ma tiferanno per lei o per la Juve?

«Per me e per l’Atalanta, voglio sperare! Massì, dai: tiferanno per noi di sicuro, come sempre. Anche se l’affetto per i bianconeri c’è da parte di tutti».

La passione per il calcio gliel’ha trasmessa suo papà, giusto?

«Sì, da ex calciatore e poi da allenatore mi ha trasmesso la passione. Poi mi ha aiutato molto. Anche se quando allenava mi faceva giocare “con parsimonia”, così che non si dicesse che giocavo solo perché ero il figlio del tecnico...». 

Dai campi di Sora è partita la scalata: Seconda Divisione con l’Isola Liri, Prima Divisione con l’Avellino e annessa promozione in B fino all’esordio in serie A con l’Atalanta. La gavetta è un valore aggiunto?

«Sì, perché partire dal basso e poi emergere ti rende orgoglioso e ti permette di capire che basta nulla per tornare in basso».

Il momento in cui ha pensato “sì, ce l’ho fatta”?

«Ah beh, quello deve ancora arrivare... Io cerco sempre di allenarmi per migliorare, cerco di lavorare a testa bassa vivendo giorno per giorno. C’è sempre qualcosa in più da dare e da ottenere. Sono arrivato in serie A, ok. Ma ora devo confermarmi all’altezza».

C’è chi ritiene che lei sia all’altezza anche della Juventus, anche in casa bianconera. Che effetto le fa leggere il suo nome accostato ai campioni d’Italia?

«Mi fa piacere, mi inorgoglisce. E’ una dimostrazione del fatto che sto lavorando bene e devo continuare a farlo. Poi è uno stimolo per dare ancora di più. Però cerco di non pensarci più di tanto e anche il mio agente non mi dà notizie, in modo che io non abbia distrazioni. Io a Bergamo sto bene, l’Atalanta mi sta dando tanto. La società, il tecnico, i tifosi... Dunque cerco di stare con i piedi per terra: voglio dare il massimo, insieme con i compagni, per arrivare a una salvezza tranquilla e per regalarci magari qualche soddisfazione in più, con belle partite e buone prestazioni. Dal punto di vista personale, poi, chissà: ho segnato tre gol e ho fatto il
mio record personale. A questo punto spero di farne qualche altro, possibilmente decisivo».

Ma ci dica la verità: potendo scegliere, in futuro, è alla Juventus che direbbe sì o ci sono altri club nelle sue fantasie?

«Macché: potendo scegliere, sceglierei la Juve. Ma credo che su 100 giovani, tutti o quasi metterebbero la Juve in cima alla lista. Al di là del tifo, si tratta della squadra più forte e che gioca il miglior calcio. Però, davvero, ora sono concentrato sull’Atalanta e alla Juve penso solo perché è la nostra prossima avversaria».

Uno scherzetto, venerdì sera, sarebbe roba da raccontare ai nipotini... Che partita sarà? Chi teme maggiormente?

«Chi temo? Direi che c’è l’imbarazzo della scelta. Pogba e Tevez sono forse i due bianconeri che hanno qualcosa in più, ma direi che alla Juve son tutti grandi giocatori. Se poi ripenso alla prima volta che ho giocato allo Stadium, con l’Avellino, ancora mi emoziono: atmosfera incredibile, la musica, gli spalti gremiti...».

Con chi scambierà la maglia? Ripensando a quel poster di Nedved in casa, rischiamo di vedere per la prima volta un giocatore chiedere la maglia a un dirigente avversario?

«Eh, quasi quasi... Confesso che dopo Juventus-Avellino gli ho chiesto se potevamo fare una foto insieme!».

Restando in tema di grandi ex bianconeri: le hanno dato il soprannome “Zambrottino”.

«E ne sono lusingato, ma ne ho di strada da fare prima di meritarlo!».

Dove deve migliorare?

«Nella fase difensiva, innanzitutto, poi nei cross. Facendo l’esterno alto, è fondamentale: a volte mi fermo, dopo gli allenamenti, a provarne un po’».

Com’è il rapporto con Colantuono?

«Ottimo: il mister cerca sempre di farti tirare fuori il meglio. E’ sempre carico: ora, non dico che “ti sta sempre addosso”, ma in ogni secondo dell’allenamento ti segue in modo di farti dare il massimo».

E con Conte ha mai parlato? Quanto pensa alla Nazionale?

«Conte l’ho incrociato dopo Juventus-Avellino, poi quando è venuto a trovarci a Bergamo in qualità di ct. Nella Nazionale ci spero, però vale sempre lo stesso discorso: se vuoi raggiungere certi obiettivi, non basta sperare, ma servono fatica e impegno».

 

Tuttosport (imbarazzo:)



#12 giam.ju29ro

giam.ju29ro

    3 Stelle cucite sulla pelle 34 volte Campioni + Undicesima

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3174 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 19 febbraio 2015 - 11:03

immagine14-b6ijuo.jpg

Tuttosport


Messaggio modificato da giam.ju29ro, 19 febbraio 2015 - 11:04


#13 giam.ju29ro

giam.ju29ro

    3 Stelle cucite sulla pelle 34 volte Campioni + Undicesima

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3174 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 19 febbraio 2015 - 18:45

JUVE: PROPOSTO DERLIS GONZALEZ

Stando a Calciomercato.com Derlis Gonzales, ieri a segno in Champions League con la maglia del Basilea contro il Porto, sarà proposto a luglio alla Juventus dall'agente del giocatore, ovvero Jorge Mendes.

Fonte SportMediaset.it



#14 giam.ju29ro

giam.ju29ro

    3 Stelle cucite sulla pelle 34 volte Campioni + Undicesima

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3174 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 20 febbraio 2015 - 11:09

immagine11jjj1pja1.jpg

Tuttosport


Messaggio modificato da giam.ju29ro, 20 febbraio 2015 - 11:10


#15 giam.ju29ro

giam.ju29ro

    3 Stelle cucite sulla pelle 34 volte Campioni + Undicesima

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3174 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 20 febbraio 2015 - 11:56

L'agente Fifa, Franco Zavaglia in una lunga intervista rilasciata al mensile Calcio2000 che trovi in edicola, ha parlato del retroscena di mercato tra Juve e Neymar e dell'attuale allenatore bianconero Allegri, allora in qualità di suo assistito.

È vero che aveva il mandato della Juventus per Neymar?
“Avevo il mandato della Juventus, è vero, ma purtroppo il padre aveva già fatto il danno accordandosi col Barcellona. Non potemmo far niente nonostante la Juve avesse accontentato le richieste economiche del Santos. La Juventus era arrivata prima degli altri, effettivamente”.

Uno che l’ha fatta ammattire, invece?
“Allegri, senza dubbio. Era molto legato a Galeone, ovunque andasse il mister chiedeva ai dirigenti di prendere Allegri. Max all’epoca giocava a Padova, e Galeone l’ultimo giorno di mercato passò al Perugia. In una notte, con la massima fretta, dovemmo inventarci il trasferimento di Allegri da Padova a Perugia”

Fonte tuttojuve.com






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi