Vai al contenuto

Benvenuti sul nostro Forum!

Accedi o Registrati per avere pieno accesso alla nostra community bianconera.

Foto

Calciopoli E Gli Infiniti ‘Rivoli’ Giudiziari, Di R. Spinelli

calciopoli juventus agnelli narducci de cillis moriero facchetti moggi

  • Per cortesia connettiti per rispondere
10 risposte a questa discussione

#1 paola

paola

    Kapa

  • Amministratore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 131588 messaggi
  • Sesso:Femmina

Inviato 03 dicembre 2014 - 15:09

Calciopoli e gli infiniti ‘rivoli’ giudiziari

 

 

postit2thm(8).png

 

di R. Spinelli

 

Dalle infelici dichiarazioni, due settimane fa, del Presidente Agnelli sul possibile perdono (non richiesto e, come abbiamo già commentato, non necessario) a Luciano Moggi, sono avvenuti fatti importanti legati a Calciopoli e agli infiniti “rivoli” giudiziari che il processo di Napoli ha generato e che, pur con la lentezza abituale del sistema giudiziario italiano, stanno finalmente giungendo a conclusione.
Come d’abitudine, l’eco data alle varie notizie è stata ovviamente inversamente proporzionale alla funzionalità delle stesse al puntellamento della farsa, è forse utile fare un rapido resoconto di quanto è successo recentemente, e dei riflessi che si potrebbero avere prima del pronunciamento della Cassazione.

La notizia che quasi sicuramente tutti avranno letto, o sentito, è quella del proscioglimento (almeno per chi scrive sicuramente non inaspettato) dell’ex PM Narducci dalle accuse di abuso d’ufficio per la sparizione del filmato relativo al sorteggio degli arbitri, a suo tempo sostituito con una sequenza di fotografie il cui ordine cronologico era stato alterato per tentare di dimostrare la presunta alterazione dei sorteggi, che entrambe le sentenze hanno invece poi certificato essere regolari. (Link)

Per puro dovere di cronaca riportiamo le dichiarazioni dell’ennesimo ex interista, in questo caso Moriero, a cui a rotazione, e senza motivo apparente, viene data la possibilità di lucidare il proprio orgoglio ed affermare che, se non ci fosse stato quel cattivone di Moggi, anche lui avrebbe vinto almeno un paio di scudetti in più: effettivamente, avendo militato in una squadra a cui è stato assegnato uno scudetto dopo un campionato in cui arrivò terza, perché non rivendicare titoli dopo stagioni concluse al secondo, all’ottavo, o al quarto posto? (Link)

La notizia più recente è relativa all’udienza, tenutasi ieri a Milano, per la causa per diffamazione intentata da Gianfelice Facchetti nei confronti di Moggi, reo di aver affermato, durante una trasmissione televisiva, che lo scomparso Giacinto telefonava ai designatori e, soprattutto, aveva chiesto all’arbitro Bertini di far vincere l’Inter contro il Cagliari in Coppa Italia.
In attesa della sentenza, e registrato il fatto che ora, oltre che ascoltate su intercettazioni telefoniche recuperate dalla difesa di Moggi (perché, stranamente, “dimenticate” dall’accusa), le pressioni dello scomparso Facchetti sono state confermate anche in un’aula di giustizia, rimaniamo in attesa di sapere se Moratti, che ieri non si è presentato perché aveva la bua, finalmente testimonierà in un processo che, seppur indirettamente, riguarda Calciopoli. Nel caso, speriamo che la sua memoria possa essere migliore di quella dell’attuale ex presidente interista Javier Zanetti che, poverino, neppure riesce a ricordare di aver preso parte alla trasmissione su cui è stato chiamato a testimoniare. (Link)

Quello di cui invece più difficilmente molti avranno sentito parlare, è la richiesta di rinvio a giudizio per falsa testimonianza di Teodosio De Cillis, colui che avrebbe permesso, con le sue rivelazioni, di risalire alla (molto presunta) rete di SIM straniere utilizzate da Moggi e i suoi sodali.
La richiesta, riportata, tra i quotidiani nazionali, solamente da Tuttosport, origina da un esposto a suo tempo presentato dall’arbitro Pieri sulle palesi contraddizioni in cui De Cillis è caduto durante il suo interrogatorio a Napoli, in cui negò che i Carabinieri si fossero mai recati in Svizzera per recuperare i numeri delle schede estere, circostanza invece confermata nella stessa sede dal maresciallo Di Laroni.
Premesso che il GIP deve ancora decidere se accettare la domanda del pubblico ministero (che, se non altro, a differenza del caso Narducci non ha perlomeno richiesto l’archiviazione), questo processo potrebbe aprire scenari estremamente interessanti perché, qualora De Cillis dovesse essere ritenuto colpevole, tutto il castello costruito intorno alle SIM svizzere di fatto cadrebbe inesorabilmente, perché la stessa attribuzione iniziale delle schede telefoniche ai vari imputati diverrebbe di fatto inattendibile.
Non ci facciamo particolari illusioni e attendiamo come fatto finora che “la giustizia faccia il suo corso”. (Link)

E anche se qualcuno, come Vincenzo Iurillo del Fatto Quotidiano, seguendo le abitudini del giornale per cui scrive, ha già cominciato (con indubbio e malcelato piacere) a teorizzare di prescrizioni e “colpi di spugna”, in fondo in fondo continuiamo a nutrire quel briciolo di speranza che qualcuno abbia la forza di tenere la schiena dritta e non girare lo sguardo dall’altra parte di fronte alle infinite contraddizioni di questo assurdo processo, di cui gli eventi qui raccontati non sono che una piccola parte. (Link)

 

http://www.giulemani...lio.asp?id=3958



#2 gildo75

gildo75

    Prima Squadra

  • Coordinatore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 28505 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 03 dicembre 2014 - 23:47

Basta agitare solo un poco la cenere e il fuoco di calciopoli che vi arde sotto si ravviva.



#3 paola

paola

    Kapa

  • Amministratore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 131588 messaggi
  • Sesso:Femmina

Inviato 04 dicembre 2014 - 07:45

cerchiamo di diffondere



#4 gildo75

gildo75

    Prima Squadra

  • Coordinatore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 28505 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 04 dicembre 2014 - 09:43

Calciopoli: prescrizione e vergogna giornalistica

moggi(2).jpg

 

di P. Cicconofri

Calciopoli ci ha fornito in diverse occasioni per capire cosa significa giudicare con “due pesi e due misure” episodi simili. Anche se sono passati otto anni dallo scandalo, chi decide di affrontare l’argomento, cade ancora nel giudizio ad personam.

 

Il 29 novembre, sul “Il Fatto Quotidiano”,  Vincenzo Iurillo, firma un articolo dal titolo: “Moggi & C. colpo di spugna. L’ultimo atto di calciopoli fissato in cassazione il 22 gennaio. Quasi certo l’annullamento delle condanne”.  L’incipit dell’articolo è chiaro già dalle prime righe dove leggiamo: “Non c’è fretta al Palazzaccio per Big Luciano e la cupola di Calciopoli. Pazienza se la prescrizione galoppa più veloce di un cavallo imbizzarrito e sta per cancellare tutto o quasi”. Proseguendo nella lettura evidenziamo anche questo passaggio: “hanno lasciato in piedi la solo accusa di capo e promotore dell’associazione a delinquere che avrebbe truccato alcuni campionati degli anni 2000”. Il caso: “ Ci troveremmo di fronte ad un  quadro paradossale: i ‘capi’ della cupola salvi grazie alla prescrizione”. Il punto secondo Iurillo è che il reato decade dopo 8 anni e 9 mesi, sempre che il Pg non riesca a dimostrare che l’associazione a delinquere sia proseguita dopo il 2005.

 

A parte la superficialità con cui affronta l’argomento che traspare chiaramente quando scrive: “avrebbe truccato alcuni campionati” (la sentenza lo ha escluso!), ma l’attenzione verso la prescrizione è veramente assurda. Assurda perché in questa vicenda chi può essere accusata di aver goduto dei benefici della prescrizione è l’Inter di Moratti e con lei tutte le società coinvolte che solo grazie al tardivo interessamento della giustizia sportiva non sono state nemmeno chiamate a giustificare, all’interno di un’aula di tribunale, le presunte accuse di illecito sportivo. Un vantaggio non da poco se considerate il fatto che oltre ad aver goduto della prescrizione, ha anche ottenuto uno scudetto a tavolino per “onesta” e la possibilità di giocare per anni un campionato con avversari indeboliti dallo scandalo o addirittura retrocessi.

 

Siamo degli attenti lettori di ogni novità su calciopoli e non possiamo fingere di non aver notato che attualmente, a livello mediatico, si voglia far pesare l’eventuale prescrizione come l’unica via di salvezza per Moggi, spostando ancora una volta le attenzioni da quelle realtà emerse che dovrebbero invece indignare i depositari di così tante etica.

Lo stesso Varriale, durante la puntata del “Processo del Lunedì” del 24/11/2014 aveva stuzzicato Moggi in diverse occasioni sulla prescrizione: "Perché adesso il processo penale verrà prescritto, lei non rinuncia alla prescrizione giusto?”, ed ancora "Però c'è il discorso che riguarda la prescrizione, c'è il discorso, ci sono due gradi di giudizio più il terzo che va in prescrizione".

 

Non sappiamo dove in realtà si voleva arrivare con questo articolo, ma è intuibile cosa voleva aggiungere ad una vicenda che di pagine nere ne ha già scritte tante: dare certezze a sostegno di una condanna che fa acqua da tutte le parti. Certezze che solo illusoriamente possono fornire articoli come quello di Iurillo che si diverte a puntare il dito verso Big Luciano, mostrandosi poco informato sui contenuti delle sentenza e contestualmente desideroso di poter parlare di una nuova condanna. E al diavolo il buon senso ed l’etica professionale, se solo il Pg riuscisse a far accogliere “una tesi non priva di qualche fondamento: l’associazione a delinquere di Big Luciano si sarebbe prolungata anche al campionato 2005-2006. C’è un dato certo: i tabulati delle schede telefoniche riservate provano che Moggi & C. si sono mantenuti in stretto contatto anche durante quel campionato anch’esso vinto dalla Juventus. Insomma il sodalizio si sarebbe sciolto solo il 12 maggio 2006 con la notifica degli avvisi di garanzia”.

I tabulati muti di quelle schede presumibilmente attribuite a Moggi. Siamo a questo livello e magari Iurillo pensa anche di essere credibile.

 

http://www.giulemani...lio.asp?id=3959



#5 AntonioC.

AntonioC.

    Esordienti

  • Utenti
  • Stelletta
  • 7 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 04 dicembre 2014 - 12:20

cosa dire è semplicemente vergognoso vedere e sentire come fanno la cronaca certi pseudo giornalisti. Ma a questi non si può fare niente?Non so denunciarli per false notizie: per fortuna quel giornale viene poco letto quindi ha scarsa influenza. Comunque a mio avviso  c'è "qualcosa o qualcuno" che non vuole far uscire la verità su calciopoli: ho avuto sempre questo sospetto, sbaglio? .



#6 TRILLY

TRILLY

    Moggi e Giraudo, questa é la mia biade

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25355 messaggi
  • Sesso:Femmina

Inviato 04 dicembre 2014 - 12:23

cosa dire è semplicemente vergognoso vedere e sentire come fanno la cronaca certi pseudo giornalisti. Ma a questi non si può fare niente?Non so denunciarli per false notizie: per fortuna quel giornale viene poco letto quindi ha scarsa influenza. Comunque a mio avviso  c'è "qualcosa o qualcuno" che non vuole far uscire la verità su calciopoli: ho avuto sempre questo sospetto, sbaglio? .


Non sbagli.

#7 paola

paola

    Kapa

  • Amministratore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 131588 messaggi
  • Sesso:Femmina

Inviato 04 dicembre 2014 - 13:53

cosa dire è semplicemente vergognoso vedere e sentire come fanno la cronaca certi pseudo giornalisti. Ma a questi non si può fare niente?Non so denunciarli per false notizie: per fortuna quel giornale viene poco letto quindi ha scarsa influenza. Comunque a mio avviso  c'è "qualcosa o qualcuno" che non vuole far uscire la verità su calciopoli: ho avuto sempre questo sospetto, sbaglio? .

 

beh... direi di si

 

quello che cerchiamo di fare (e possiamo fare) è offrire una lettura alternativa basata sui fatti...



#8 vilostra

vilostra

    Rancoroso serie C

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5191 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:abruzzo

Inviato 04 dicembre 2014 - 15:04

Il campionato 2005/06 non  è stato oggetto di indagine checchè ne dica il novello Inquisitore e quello precedente è stato giudicato regolare. Invece di cercare un ago in un pagliaio perchè non solleva il problema dell'intercettazione di Giraudo per una telefonata avvenuta dopo la partita Udinese-Brescia e non prima come è stato scritto dai magistrati nonostante l'evidenza degli orari? Basta solo questo per dimostrare che le condanne erano già state scritte con buona pace della giustizia e della verità. Altro che prescrizione, questo processo non doveva proprio nascere ma si sa che....vuole così colà ove si puote ciò che si vuole e più non dimandare.



#9 gustavo

gustavo

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24980 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 04 dicembre 2014 - 15:07

Stanotte alle 3,58 metto l'ultima della serie : " Io divento ...  :D  :D  :D  :D ...  matto " .



#10 gustavo

gustavo

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24980 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 08 dicembre 2014 - 12:52

Bella e politicamente :D garantevole la notizia sparata in prima ...

 

http://www.repubblic...tero-102389103/

 

... ma adesso viene fuori una serie di domande :

 

Dov'erano i riscontri dei Campionati 2004-2005 & 2005-2006 :D falsati ?

E le ammonizioni mirate ?

E i sorteggi truccati ?

E i rapporti esclusivi con i designatori arbitrali ?

E i grafici dei rigori dati e subiti ?

E le telefonate ai designatori e agli arbitri ?

E gli arbitri chiusi nello spogliatoio ?

E se gli arbitri avevano veramente le SIM estere e le usavano per telefonare alle amanti ?

E alle telefonate nascoste degli altri baffate di rosso e sputtanate da Moggi : :D  :D  hanno avuto un rotfl: riscontro ?

 

Dove erano i riscontri sopra contestati alla Juve ?

 

Spero vivamente che il 21 gennaio 2014, la Cassazione ci metta una pezza : se nò ....

 

:D  :fucile:  :fucile:  :fucile:  :fucile:    



#11 gustavo

gustavo

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24980 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 08 dicembre 2014 - 12:57

Mi vien da ridere a pensare che Rudy Farsia chiede uniformità di giudizio sui falli di mano in area :

capirai se noi non la chiediamo ai Farsaioli per il Golpe del 2006 : siamo nati e ;P viviamo per quello .







Anche taggato con calciopoli, juventus, agnelli, narducci, de cillis, moriero, facchetti, moggi

0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi