Vai al contenuto

Benvenuti sul nostro Forum!

Accedi o Registrati per avere pieno accesso alla nostra community bianconera.

Foto
- - - - -

Calcio Italia, Usi E Consumi

giustizia sportiva Palazzi Tavecchio Macalli Lotito Rocchi

  • Per cortesia connettiti per rispondere
5 risposte a questa discussione

#1 gildo75

gildo75

    Prima Squadra

  • Coordinatore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 28838 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 16 ottobre 2014 - 14:13

Calcio Italia, usi e consumi

palazzi_5.jpeg

 

di P. Cicconofri

L’Italia del calcio viaggia sempre controcorrente. Iniziamo dal caso Tavecchio, il procuratore federale Palazzi esaminati gli articoli di stampa, gli esposti presentati, i filmati acquisiti e la documentazione trasmessa dalla Figc alla Fifa e alla Uefa si è affrettato ad archiviare l’inchiesta perché “non sono emersi fatti di rilievo disciplinare a carico del neo presidente della Figc Carlo Tavecchio sia sotto il profilo oggettivo sia sotto il profilo soggettivo”. Non è della stessa opinione la Uefa che ha dato un diverso valore alle parole del presidente Figc sospendendolo per 6 mesi, periodo in cui non potrà partecipare alle commissioni del massimo ente calcistico europeo e non sarà presente al congresso che si terrà a marzo 2015. Potrà invece seguire la nazionale. La Federcalcio, in una nota, ha fatto sapere che Tavecchio ha accettato la proposta della Uefa per evitare il protrarsi del contenzioso davanti al Tas che avrebbe dovuto eventualmente stabilire se la Uefa fosse competente ad intervenire su questa materia, stante l'avvenuta archiviazione di un analogo procedimento da parte della procura federale. Un accordo tra gentiluomini? La cosa più curiosa è che a furia di strattonarsi nella corsa a chi più si avvicina a Tavecchio, Ghirardi è arrivato a dire: "La squalifica di Tavecchio? L'Uefa doveva confrontarsi con le legge italiane". Nemmeno il buon senso di starsene in silenzio… (Link)

 

Arriviamo a Mario Macalli, presidente della Lega Pro, tristemente famoso per i suoi recenti attacchi alla Juventus. La Procura della Repubblica di Firenze, la scorsa estate, ha rinviato a giudizio Macalli per il caso Pergocrema. L’accusa è abuso d’ufficio: bloccò il bonifico che avrebbe salvato dal fallimento il club (Macalli alla conquista delle prime pagine). Nonostante il fatto sia noto alla FIGC dal 28 settembre 2012, il procuratore Palazzi, ad oggi, non ha ancora preso nessuna decisione, nemmeno uno scontato rinvio a giudizio. Ricordiamo che in caso di condanna superiore ad un anno, Macalli decadrebbe da tutte le cariche. Chissà perché questa volta la giustizia sportiva, quella a cui basta il sospetto, non si muove nemmeno in presenza di un rinvio a giudizio della giustizia ordinaria …

 

Lotito, attualmente braccio destro del Presidente della Figc, ormai padrone del baraccone Italia, si permette anche di insultare Marotta pubblicamente: "Il problema con Marotta è che con un occhio gioca a biliardo e con l'altro mette i punti" (Link), senza subire nessuna conseguenza. In passato, per frasi meno offensive, sono partiti deferimenti immediati. Anche questa volta il solerte procuratore Palazzi si è mosso nel silenzio e con molta cautela. Il Corriere dello Sport informa che la procura federale ha provveduto ad aprire un fascicolo d’indagine. Scopriremo a breve (speriamo) se Lotito può fare e dire quello che vuole…

 

Terminiamo con il caso Rocchi, l’arbitro di Juventus-Roma, reo di aver favorito, secondo quel comune sentimento popolare di farsopoliana memoria, i bianconeri. Lasciamo da parte per un momento l’effetto mediatico montato da una stampa sportiva in degrado, la cosa che dovrebbe far riflettere è come la UEFA lo abbia immediatamente designato per la delicata partita tra Albania e Serbia valida per la qualificazione agli Europei del 2016, mentre in Italia, il Corriere dello Sport ha subito messo in evidenza che il designatore lo avrebbe punito con due giornate di stop dopo l’esposizione a pubblico ludibrio. Il nome di Rocchi non appare nella lista delle designazioni per la 7° partita del massimo campionato. (Link).

 

E’ uno specchio che riflette una chiara immagine, quella della Giustizia Sportiva italiana che si muove solo e sempre per convenienza e in contrasto con le decisione della Uefa, che delle “chiacchiere” italiane sembra non interessarsi. Per il momento, la cupola formata da Macalli, Tavecchio e Lotito, ha potuto contare su una giustizia sportiva a loro uso e consumo: veloce per archiviare e lenta nel non prendere provvedimenti dovuti. E il famoso sentimento popolare ha avuto ancora la meglio sul buon senso.

 

http://www.giulemani...lio.asp?id=3864



#2 gustavo

gustavo

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 26239 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 16 ottobre 2014 - 14:27

Se sono li e fanno il lotro mestiere è perchè sono in regola :

 

http://www.cdt.ch/ti...prostitute.html



:)



Solo la :D sauna ( ;P praticamente Conte e l'obbligo di denuncia) non era a ;P norma .



#3 GiustiziaEVeritą

GiustiziaEVeritą

    Prima Squadra

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1662 messaggi
  • Luogo:Torino - Alessandria

Inviato 16 ottobre 2014 - 14:31

La formula "non sono emersi fatti di rilievo disciplinare" è sostanzialmente analoga a quella con cui una corte federale, presieduta, se non sbaglio, da Artico, archiviò i contatti diretti di Facchetti con arbitro in attività (il cavallo di **** Nucini), ritenendo che non erano emersi fatti rilevanti (o forse non interessavano). Direi che la nostra giustizia (?) sportiva si muove con assoluta coerenza con il passato.



#4 Manuju

Manuju

    Antonio Conte va solo ringraziato per l'onore restituito.

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16188 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:Chatelineau
  • Interessi:DIFENDERE LA JUVE DAI LURIDI CHE LA INFANGANO

Inviato 17 ottobre 2014 - 10:32

io direi che sia il caso di VOMITARE........

Questo personaggio mi fa un certo effetto.



#5 gildo75

gildo75

    Prima Squadra

  • Coordinatore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 28838 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 18 ottobre 2014 - 10:41

Quando la FIGC si sente lesa nell’immagine?

chiacchiere.jpg

 

di P, Cicconofri

La giustizia sportiva agisce con due pesi e due misure? Valutate pure voi.

 

Luglio 2013. Pizarro Cortez David Marcelo viene deferito “per avere, con le dichiarazioni riportate sui quotidiani La Gazzetta dello Sport, Corriere dello Sport del 22.07.2013 e sul sito internet la RepubblicaFirenze.it in data 24.07.2013, espresso pubblicamente giudizi e rilievi idonei a ledere il prestigio, la reputazione e la credibilità dell’istituzione federale nel suo complesso, adombrando dubbi sulla neu-tralità dell’istituzione stessa, sulla regolarità delle gare e del campionato e sulla oggetti-vità e imparzialità della classe arbitrale”. A titolo di responsabilità oggettiva è stata deferita anche la società viola. (Link)

Questa la dichiarazione punita: «ci è stato fatto lo scherzetto l’anno scorso. Io come tutti i fiorentini sono rimasto male per il finale di campionato. Ci tenevo tantissimo a giocare la Champions. Ce l’ho ancora qua. A Firenze dedichiamo tutta una settimana al lavoro e poi succede quello che è successo...». Link

 

Ottobre 2012. Alessandro Diamanti del Bologna viene deferito “per aver espresso, mediante le dichiarazioni pubblicate su organi di informazione, giudizi e rilievi lesivi della persona dell’arbitro Andrea De Marco nonche’ della sua reputazione, attribuendogli, altresi’, un comportamento improprio, come tale offensivo della dignita’ dell’intera categoria arbitrale e del suo ruolo nell’ordinamento federale”. Deferito anche il Bologna per responsabilita’ oggettiva. Questa la dichiarazione punita: "Ho sentito e visto cose da parte dell'arbitro che non dico perché non voglio smettere di giocare a calcio". Un'ammonizione definita "vergognosa" da Diamanti che si era sentito "preso in giro" da De Marco. (Link)

 

Ottobre 2013 FrancescoTotti al termine della partita Juventus – Roma rilascia la seguente dichiarazione: "Sono dispiaciuto, quello che è successo ha condizionato la partita, da anni si verificano certi episodi che condizionano le annate. Non so se stiamo stati battuti dall'arbitro, sicuramente non dalla Juve. Con le buone o con le cattive vincono sempre. Le immagini parlano chiaro. Tutta Italia dovrebbe dire questo. La Juve dovrebbe giocare un campionato a parte, ogni anno è così. Tanto arriveremo ancora secondi".

Morgan De Sanctis, il 16.10.2014, rilascia un’intervista alla Gazzetta Dello Sport in cui afferma: “Bisogna saper perdere, ma si fa fatica ad accettare certe decisioni perché si ha la sensazione di non giocare ad armi pari”; “Prima di Calciopoli la classe arbitrale era poco libera nei fatti, l’attuale invece è libera e bisogna concedere loro l’errore. Non c’è disonestà intellettuale, ma purtroppo il sistema italiano si muove con leggi non scritte in cui il potente ha sempre ragione e gli si può concedere tutto”; «Che la sudditanza psicologica esiste. Nell’Udinese devi accettare cose che non sempre si verificano ma non ti sorprendono. Con Napoli e Roma si verificano meno. Sulla Juve occorre fare una valutazione generale: tutto quello che ha vinto nel calcio italiano non è proporzionale a quello che ha vinto all’estero. Ed è un qualcosa che fa riflettere…»; «L’arbitro arriva lì con 5 assistenti, non ne ha bisogno di altri cinque. Ho ancora nella memoria i flash dopo il primo rigore per il mani di Maicon e dopo il gol di Totti: è assurdo che 4-5 juventini debbano andare a protestare da Rocchi, che è bravissimo. E’ una situazione studiata che usano nei momenti d’indecisione».

 

Ufficialmente, ad oggi, non è stata aperta nessuna indagine né tantomeno partito alcun deferimento verso Totti e De Sanctis.La Federazione evidentemente si sente, solo in alcune circostanze, “lesa nella sua immagine”, così come alcuni direttori di gara avranno più diritto di altri ad essere tutelati. Questa è una semplice fotografia della realtà ed in questo momento, piaccia o non piaccia, chi gode di una posizione di privilegio è la Roma ed i suoi tesserati a cui è permesso, usando il gergo di Totti, di rispettare un regolamento a parte.

 

http://www.giulemani...lio.asp?id=3867



#6 Ghost Dog

Ghost Dog

    Esordienti

  • Utenti
  • Stelletta
  • 50 messaggi

Inviato 18 ottobre 2014 - 12:05

Palazzi entro la fine del mese sarà confermato nella carica fino al termine del quadriennio olimpico nonostante nel frattempo sia diventato a Napoli presidente del Tribunale d’appello militare (complimenti)

 

I complimenti e l'estratto sono di Ruggiero Palombo, eh!

 

Mi resta un dubbio:

fino al termine del quadriennio olimpico significa fino alle Olimpiadi di Rio 2016, vero?

Deve scarrozzare la banda Tavecchio







Anche taggato con giustizia sportiva, Palazzi, Tavecchio, Macalli, Lotito, Rocchi

0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi