Vai al contenuto

Benvenuti sul nostro Forum!

Accedi o Registrati per avere pieno accesso alla nostra community bianconera.

Foto
- - - - -

Deferimento Per Malag˛? Di E. Loffredo

malag˛ coni federnuoto fin barelli giustizia sportiva

  • Per cortesia connettiti per rispondere
54 risposte a questa discussione

#31 paola

paola

    Kapa

  • Amministratore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 140585 messaggi
  • Sesso:Femmina

Inviato 01 ottobre 2014 - 12:32

L'ironia di Malagò:"Spero
non ci siano altri parenti..."

Botta e riposta. Malagò e Barelli di nuovo in campo, il giorno dopo la maxisqualifica a 16 mesi del presidente dell'Aniene in quanto tesserato Federnuoto. Barelli ha detto: "Malagò si assumerà la responsabilità per le sue parole". Il n.1 del Coni ha ribattuto:" Il mondo dello sport si vergogna per questa sentenza". "Spero non ci sia qualche altro parente in giro", ha detto con una battuta Malagò. Come noto (vedi Spy Calcio del 29 settembre), ci sono i due cognati (ai vertici della Disciplinare (Sansonetti) e della Caf (Maruccio) della Federnuoto. Ma anche uno dei membri che ieri ha squalificato Malagò, l'avvocato Riccardo Mamprin, è figlio di Giancarlo, dipendente di Barelli come presidente del cda della società Finplus. Ora la Procura della Repubblica di Roma deve decidere se archiviare o rinviare a giudizio Barelli per la presunta doppia fatturazione. Mentre la Corte dei Conti, autonomamente, potrebbe aprire un'istruttoria con l'ipotesi di danno erariale (lo fece anche coi condannati di Calciopoli). Ci fosse stato un ministro dello sport (e non Delrio che, pur bravissimo, è oberato di lavoro) forse il caso Malagò-Barelli sarebbe stato già risolto. Da soli non riescono ad incontrarsi, parlarsi e siglare almeno una tregua. Adesso, a macchina avviatissima, è troppo tardi per trovare una soluzione e bisogna aspettare che decidano i vari tribunali. Fra un mese o 40 giorni Malagò andrà alla Caf, poi collegio di garanzia del Coni (che gli toglierà la squalifica) e infine Tas di Losanna. In totale, 4-5 mesi in ballo, non poco. Siamo a due anni da Rio 2016: se i Giochi fossero adesso, lo sport italiano rischierebbe un flop clamoroso. Ci sono discipline (atletica, judo, canoa, tiro a segno) in piena crisi, altre in difficoltà (vedi il ciclismo). Si aspetta il calcio (maschile, quello femminile non esiste a livello mondiale) che era assente a Londra 2012. Il nuoto e la pallanuoto possono portarci qualche medaglia, fra due anni: ma è necessario che finisca questa assurda rissa fra il n.1 dello sport italiano e il n.1 di una delle discipline olimpiche più importanti. Ma come può finire? O quando può finire?

http://www.repubblic...relli-96998433/



#32 gildo75

gildo75

    Prima Squadra

  • Coordinatore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 30066 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 01 ottobre 2014 - 14:09

L'ironia di Malagò:"Spero
non ci siano altri parenti..."

Botta e riposta. Malagò e Barelli di nuovo in campo, il giorno dopo la maxisqualifica a 16 mesi del presidente dell'Aniene in quanto tesserato Federnuoto. Barelli ha detto: "Malagò si assumerà la responsabilità per le sue parole". Il n.1 del Coni ha ribattuto:" Il mondo dello sport si vergogna per questa sentenza". "Spero non ci sia qualche altro parente in giro", ha detto con una battuta Malagò. Come noto (vedi Spy Calcio del 29 settembre), ci sono i due cognati (ai vertici della Disciplinare (Sansonetti) e della Caf (Maruccio) della Federnuoto. Ma anche uno dei membri che ieri ha squalificato Malagò, l'avvocato Riccardo Mamprin, è figlio di Giancarlo, dipendente di Barelli come presidente del cda della società Finplus. Ora la Procura della Repubblica di Roma deve decidere se archiviare o rinviare a giudizio Barelli per la presunta doppia fatturazione. Mentre la Corte dei Conti, autonomamente, potrebbe aprire un'istruttoria con l'ipotesi di danno erariale (lo fece anche coi condannati di Calciopoli). Ci fosse stato un ministro dello sport (e non Delrio che, pur bravissimo, è oberato di lavoro) forse il caso Malagò-Barelli sarebbe stato già risolto. Da soli non riescono ad incontrarsi, parlarsi e siglare almeno una tregua. Adesso, a macchina avviatissima, è troppo tardi per trovare una soluzione e bisogna aspettare che decidano i vari tribunali. Fra un mese o 40 giorni Malagò andrà alla Caf, poi collegio di garanzia del Coni (che gli toglierà la squalifica) e infine Tas di Losanna. In totale, 4-5 mesi in ballo, non poco. Siamo a due anni da Rio 2016: se i Giochi fossero adesso, lo sport italiano rischierebbe un flop clamoroso. Ci sono discipline (atletica, judo, canoa, tiro a segno) in piena crisi, altre in difficoltà (vedi il ciclismo). Si aspetta il calcio (maschile, quello femminile non esiste a livello mondiale) che era assente a Londra 2012. Il nuoto e la pallanuoto possono portarci qualche medaglia, fra due anni: ma è necessario che finisca questa assurda rissa fra il n.1 dello sport italiano e il n.1 di una delle discipline olimpiche più importanti. Ma come può finire? O quando può finire?

http://www.repubblic...relli-96998433/

 

Lo avevamo scritto che ogni giustizia domestica (FIN e CONI) avrebbe dato ragione al proprio presidente. Già si sa che il collegio di garanzia del comitato olimpico pulirà la fedina sportiva di Malagò. Il quale Malagò con quei commenti sta delegittimando (ammesso che ve ne fosse bisogno) la GS.



#33 vilostra

vilostra

    Rancoroso serie C

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5421 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:abruzzo

Inviato 01 ottobre 2014 - 14:59

Malagò...provare per credere, al pari di Giggino e Napul...... ma tranquilli, quando toccherà ad altri che ora se la ridono li sentiremo piangere, la ruota gira.



#34 paola

paola

    Kapa

  • Amministratore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 140585 messaggi
  • Sesso:Femmina

Inviato 02 ottobre 2014 - 07:47

Il Corsera e quella giustizia sportiva …

 

postit2thm(5).png

 

di P. Cicconofri

 

Dopo la condanna di Malagò, il dibattito sulla Giustizia Sportiva è tornato in primo piano ed a metterne in dubbio la sua credibilità dopo averla esaltata per convenienza, sono proprio i media.

Daniele Dallera, per “Il Corriere della Sera” ha voluto dire la sua su quella che definisce “giustizia domestica”: ”Bene questa giustizia da ballatoio familiare è inaccettabile (come un’eventuale sostituzione in corsa): è peggiore di qualsiasi «doppia fatturazione»”. (Link)
La Giustizia Sportiva è sempre la stessa, anche quella che attraverso modifiche in corsa ha provveduto a radiare gli ex dirigenti juventini dopo le condanne di calciopoli. Ma in quel caso, complice il semplice tifo calcistico da tastiera, Dallera non ha avuto nulla da eccepire, anzi, lo ritroviamo prodigo di consigli verso la Menarini in un articolo di qualche tempo fa: ”Se la signora Menarini ha bisogno di un consiglio su come condizionare e corrompere un arbitro ha scelto bene: Luciano Moggi è l’uomo giusto. Ma, attenzione: ora come designatore c’è Pierluigi Collina, molto lontano, quanto a etica e professionalità, da Bergamo e Pairetto, i due maghi Silvan del sorteggio arbitrale…. L’ex direttore generale della Juve è sospeso e non può esercitare alcuna funzione ufficiale”. (Link)

Scriveva il 30.09.2014 lo stesso giornalista del Corsera Accuse, sospetti che vanno provati, non buttati lì, anche se la Procura di Roma sta ancora indagando perché il gip vuole vederci chiaro. Ed è arrivata la vendetta del nemico personale di Giovanni Malagò, che dà la dimensione della faida, dove la giustizia annega in quest’acqua inquinata da risentimenti e colpi bassi”.
Un po’ come allora, la giustizia sportiva è da sempre uno strumento di faida , usata per tirare colpi bassi. E l’acqua inquinata dai risentimenti, non sembra essere solo quella dei protagonisti del calcio di oggi e di ieri, ma di molti addetti all’informazione. L’uso di due pesi e due misure, la vicinanza ad una maglia piuttosto che ad un’altra o il mero interesse, sono da sempre gli unici elementi riconoscibili in certi articoli che finiscono in testate a diffusione nazionale.

Se però chi ha la possibilità di denunciare certe anomalie di una giustizia sportiva sempre più allo sbando, anche seguendo quella che dovrebbe essere una corretta etica professionale, si schiera palesemente mosso da tifo o da semplice interesse, allora non può pretendere di essere credibile. Soprattutto verso quel pubblico attento di tifosi che da anni non fa altro che denunciare gli abusi e gli errori della giustizia sportiva non solo quando fa comodo…
 


#35 paola

paola

    Kapa

  • Amministratore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 140585 messaggi
  • Sesso:Femmina

Inviato 23 ottobre 2014 - 06:38

Nuoto
Il pm dà ancora ragione a Barelli: nessuna truffa

Ennesima puntata della telenovela Malagò-Barelli. Ieri la Procura di
Roma ha chiesto l’archiviazione della posizione di Paolo Barelli,
presidente della Federnuoto, per una presunta truffa legata a fatture
per oltre 820 mila euro per la manutenzione della piscina olimpica
del Foro Italico. Il pm Roberto Felici, al quale il gip aveva chiesto un
supplemento di indagini, ha motivato la nuova iniziativa ribadendo
l’insussistenza del reato di truffa. L’inchiesta aveva preso le mosse
da una segnalazione del Coni guidato da Giovanni Malagò

 

Corsera



#36 Milena

Milena

    Prima Squadra

  • Special Fantacalcio
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 64063 messaggi
  • Sesso:Femmina
  • Luogo:Potenza

Inviato 23 ottobre 2014 - 06:45

10680024_1481227672154384_88053303768176

 

 

 

pravda:



#37 Milena

Milena

    Prima Squadra

  • Special Fantacalcio
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 64063 messaggi
  • Sesso:Femmina
  • Luogo:Potenza

Inviato 25 ottobre 2014 - 07:29

1381964_1482004032076748_879060752329092

 

pravda:



#38 paola

paola

    Kapa

  • Amministratore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 140585 messaggi
  • Sesso:Femmina

Inviato 30 ottobre 2014 - 07:37

Nuoto
La Caf riduce a 8 mesi l’inibizione di Malagò

La Commissione d’appello federale della Federnuoto ha ridotto a 8
mesi di sospensione l’inibizione di Giovanni Malagò
, come
presidente del Circolo canottieri Aniene, da ogni attività sociale e
federale. La decisione della Caf è stata adottata in relazione al
ricorso presentato da Malagò contro l’inibizione di 16 mesi disposta
dalla Commissione disciplinare lo scorso 29 settembre. Il
procedimento si riferisce alle dichiarazioni di Malagò sulle presunte
doppie fatturazioni legate ai lavori per i Mondiali di nuoto del 2009.

 

Corsera



#39 paola

paola

    Kapa

  • Amministratore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 140585 messaggi
  • Sesso:Femmina

Inviato 28 novembre 2014 - 09:15

"Il Tas è un tribunale che esiste"

 

La guerra Malagò-Barelli finirà solo a Losanna. Al Tas
La guerra Malagò-Barelli finirà quasi sicuramente a Losanna, di fronte al Tas. Il n.1 del Coni infatti ha presentato ricorso al Collegio di Garanzia, terzo grado di giustizia sportiva, in merito alla squalifica di 8 mesi. Di sicuro l'ex ministro Franco Frattini darà ragione a Malagò, e cancellerà l'inibizione, avendo già detto che la Federnuoto non era competente a giudicare il n.1 dello sport italiano. A questo punto, cosa farà Barelli? Quasi sicuramente manderà le carte a Losanna, al Tas. E lì ci sarà l'ultimo verdetto. Una vicenda che si è trascinata troppo a lungo. Resta aperto, intanto, anche il fronte penale in attesa delle decisioni del gip.

 

http://www.repubblic...onte-101553035/



#40 gildo75

gildo75

    Prima Squadra

  • Coordinatore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 30066 messaggi
  • Sesso:Maschio

Inviato 24 dicembre 2014 - 15:24

Malago vs Barelli a perdere è solo l'immagine dello sport

Malag2.jpg

 

di P. Cicconofri

La guerra tra Malagò e Barelli non vede tregua. Ricordiamo che Malagò è stato squalificato 18 mesi in primo grado, ridotti a 8 dalla Caf della Federnuoto. Il collegio di garanzia del Coni ha cancellato il 22 dicembre, come era stato ampiamente annunciato mediaticamente, la pena al numero uno del Coni. La vicenda non si concluderà, perché Barelli ha intenzione di rivolgersi al Tas di Losanna meditando una nuova denuncia alla Procura della Repubblica di Roma contro il dottor Befera per abuso d’ufficio ( figlio dell'ex presidente dell'Agenzia delle Entrate). L’accusa è legata ai tempi dell'audit sui bilanci della Fin (voluta dal Coni) che si sta protraendo da 14 mesi quando nelle altre federazioni il tempo impiegato è stato tra le 4 e le 5 settimane. Barelli è a sua volta oggetto di denuncia per l’ipotesi di doppia fatturazione: due i pareri positivi del pm per l’archiviazione a cui si è opposto il Coni. Ora resta in attesa di conoscere la nuova data della camera di consiglio.

 

Un’immagine non proprio idilliaca dello sport italiano è quella che stiamo offrendo al mondo nel mentre viene lanciata in pompa magna la corsa ad ospitare le Olimpiade del 2024. Non sappiamo come si concluderà la vicenda di Malagò, certo è che avere il presidente della Figc squalificato per razzismo e il presidente del Coni sospeso per un abuso denunciato da un’altra federazione non è proprio una condizione di cui vantarsi. Soprattutto quando certe evidenze di esercizio di potere vengono mostrate senza alcun ritegno ed in tutta la loro gravità.

 

http://www.giulemani...lio.asp?id=3994



#41 vilostra

vilostra

    Rancoroso serie C

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5421 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Luogo:abruzzo

Inviato 24 dicembre 2014 - 17:40

Avevo scritto in precedenza che la ruota gira e calpesta tutti e tutto, rimane la figuraccia...... :facepalm:



#42 paola

paola

    Kapa

  • Amministratore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 140585 messaggi
  • Sesso:Femmina

Inviato 20 febbraio 2015 - 07:23

x1na4g.jpg

 

 

Corsera



#43 Lorerock

Lorerock

    Esordienti

  • Utenti
  • Stelletta
  • 97 messaggi

Inviato 20 febbraio 2015 - 09:20

Purtroppo credo che in perfetto Italian-Style finirà tutto a Tarallucci e Vino...



#44 Milena

Milena

    Prima Squadra

  • Special Fantacalcio
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 64063 messaggi
  • Sesso:Femmina
  • Luogo:Potenza

Inviato 07 marzo 2015 - 09:59

rw2xhs.jpg



#45 Milena

Milena

    Prima Squadra

  • Special Fantacalcio
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 64063 messaggi
  • Sesso:Femmina
  • Luogo:Potenza

Inviato 11 marzo 2015 - 07:37

2hz65fk.jpg

 

Il Fatto Quotidiano







Anche taggato con malag˛, coni, federnuoto, fin, barelli, giustizia sportiva

0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi