Vai al contenuto

Benvenuti sul nostro Forum!

Accedi o Registrati per avere pieno accesso alla nostra community bianconera.



- - - - -

Arsenal 3-0 Manchester City | Community Shield 2014

Arsenal Season 2014/2015 Community Shield Wembley Stadium Santi Cazorla Aaron Ramsey Olivier Giroud


Copyright

@arsenalevel

Arsenal 3-0 Manchester City | Community Shield 2014

IL PESO DELLE VITTORIE
Hi Gooners,
C'è un peso che determina la qualità delle vittorie. A seconda del contesto, dell'avversario e del periodo si può quantificare la veridicità del trionfo. Vincere una Community Shield non cambia nessun valore (se non quello di avere portato a tredici le vittorie nella manifestazione), anche se l'avversario si chiama Manchester City. L'aspetto che invece viene travolto è quello mentale. Il nostro in particolare.
Vincere questa partita nel modo in cui l'abbiamo vinta ci pone su di un piano che solo ottantacinque giorni fa era impensabile. Questo aumenterà la convinzione: nei giocatori, nei tifosi, nell'ambiente.
L'aver saputo immediatamente dare seguito all'ottimo finale di stagione conquistando il secondo trofeo consecutivo nell'arco di soli tre mesi è sinonimo di grande professionalità e di scelte che in campo hanno premiato il lavoro fatto in sede di mercato.
Staserà è giusto festeggiare, domani sarà già tempo di Crystal Palace.
Senza allarmismi: a me fanno più "paura" gli Eagle di Pulis che gli attuali Citizen. C'arriveremo mediaticamente con tutti i, logici, favori del pronostico, dopo aver attraversato una settimana dove in molti elogeranno la squadra. E' un match dove c'è solo da perdere. Vincerlo, però, farebbe comprendere a molti che non sono solo le gambe a girare.
Dal match odierno, ottimo, si sono confermati gli elementi che attualmente offrono una maggiore resa, a partire da Ramsey. Ma è l'intero impianto che funziona, capace di esaltare un Calum Chambers destinato a dare "fastidio" per un posto da titolare. 
Wenger avrà ora una settimana per monitorare la crescita di quelli ancora un filo indietro e di valutare i miglioramenti di coloro che scalpitano per la prima ufficiale all'Emirates. 
Ancora una volta scelte, ma soprattutto opportunità. Il solo pensare all'assenza dei tedeschi mi fa credere fortemente che questo gruppo è destinato a realizzare grandi cose, mettendo in campo filosofia ed emozioni. E per noi questa sarà la vittoria più grande: confrontarci con quelli che vogliono vincere. Come abbiamo fatto oggi.